Hub al centro prelievi dell’ex ospedale Stop vaccinazioni al circolo di San Biagio

Somministrazioni al Ceppo a partire dal primo dicembre, tutti i pomeriggi e la domenica. Celesti: «67mila dosi all’Mcl»

Tiziana Gori

pistoia. Dal primo dicembre il centro vaccinale di San Biagio chiuderà i battenti.


Il nuovo hub pistoiese sarà dislocato nel centro prelievi dell’ex ospedale del Ceppo. «Cinque ambulatori, spazi ampi, locali rinnovati di recente», dice Anna Maria Celesti, vice sindaco presidente della Società della salute pistoiese.

Si chiude quindi dopo sei mesi e mezzo l’esperienza del circolo Mcl di San Biagio, dove sono state somministrate 67mila dosi. Con ringraziamenti reciproci e l’auspicio, enunciato dal presidente provinciale degli Mcl, il commercialista Luca Tognozzi, di rinnovare la collaborazione con l’Asl in un prossimo futuro per altre esperienze in ambito socio sanitario. Quella dell’hub vaccinale, afferma, aveva una scadenza temporale che, per andare incontro alle esigenze dell’Azienda sanitaria, era stata prorogata di altri due mesi, da settembre a novembre.

Ma ora il circolo ha bisogno di riprendere i suoi spazi. E non solo per i prossimi lavori di adeguamento (programmati in periodo pre pandemico e poi rinviati per l’emergenza coronavirus) ma anche per il grande dispendio di energie profuso in questi mesi. «Siamo partiti a febbraio “per scherzo”. Ci siamo trovati il 14 maggio a prestare la struttura e abbiamo iniziato il percorso insieme all’Asl e alla Misericordia, vincitrice del bando per le vaccinazioni a San Biagio».

Sono stati mesi di grande impegno per i volontari dell’Mcl, e Celesti coglie l’occasione dell’arrivederci per un ringraziamento pubblico: «Grazie per il contributo dato alla comunità».

I volontari del circolo hanno avuto essenzialmente due tipi di compiti: l’accoglienza e la compilazione dei moduli, la gestione dell’arrivo e del deflusso delle persone che si dovevano vaccinare. «Avevamo pensato – spiega Tognozzi – di prestare gli spazi fino al 30 settembre. Poi si è iniziato a parlare di terza dose e abbiamo accettato di prolungare i termini, ma non possiamo pensare – aggiunge – all’Mcl come a una struttura fissa per gestire un’emergenza sanitaria. Per quella, e anche per i futuri richiami vaccinali, serve un immobile Asl, gestita direttamente dall’Azienda».

Le strade, quindi, si dividono. Per adesso: «In futuro, per altre esperienze di tipo socio-sanitario, ci piacerebbe tornare a collaborare con l’Asl».

Al Ceppo niente turni al mattino. Le somministrazioni osserveranno il seguente orario: dalle 14 alle 22 dal lunedì al sabato, la domenica dalle 8 alle 22. «L’orario sarà prolungato fino alle 22 e utilizzeremo anche la domenica, quando invece il circolo rimaneva chiuso», spiega Celesti. La vice sindaco ritiene che si tratti di orari sufficienti: «La prima e la seconda dose si vanno esaurendo (all’Mcl si sono avute in media 340 vaccinazioni al giorno nelle ultime settimane, ndr) e da novembre sono attivi gli Spoke di Bottegone (nel distretto sanitario), Quarrata e Agliana (nelle Case della salute), San Marcello (nel presidio integrato ospedale-territorio) che alleggeriscono il peso su Pistoia».

Per le prenotazioni fatte su San Biagio a dicembre verranno inviati messaggi sul cellulare avvisando del nuovo centro vaccinale al Ceppo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA