Contenuto riservato agli abbonati

Pistoia, dieci nuove aree giochi nei parchi e nelle periferie

Famiglie con bambini nel parco di Monteoliveto

Al via la gara per tre spazi ludici in piazza della Resistenza: costo 260mila euro. A Monteoliveto saranno sostituite la pavimentazione e le altalene rotte

PISTOIA. Trecentosettantacinquemila euro solo per piazza della Resistenza e il parco di Monteoliveto. Solo per quelle, poi ci sono le altre aree giochi disseminate nelle frazioni: Bottegone, Le Piastre, Candeglia, Saturnana, Le Grazie (con i lavori a cura della Bigagli srl, che ha in appalto anche la gestione del verde pubblico per il Comune di Pistoia) E Pontelungo, San Felice, Santomato, con la gara d’appalto che è stata da poco assegnata. A partire dalle più grandi – piazza della Resistenza e Monteoliveto – per arrivare agli spazi delle periferie l’obiettivo è mettere a disposizione i nuovi giochi e sistemare i parchi entro primavera.

C’è aria di elezioni, assessore? «Ma quello dei parchi pubblici e delle aree per i più piccoli era uno dei punti portanti del nostro programma», replica l’assessore ai lavori pubblici Alessio Bartolomei, che evidenzia come dalle frazioni (vedi Bottegone e Candeglia, ad esempio) siano a più riprese arrivate richieste d’intervento da parte delle famiglie per sostituire giochi vetusti e pericolosi. In spazi poco controllati dove i ragazzini spostano le fettucce bianche e rosse e vanno a passare il tempo incuranti dei possibili pericoli.


Per piazza della Resistenza il progetto complessivo è addirittura di 260mila euro. Lo avevamo scritto sul Tirreno alcune settimane fa, e la notizia non aveva mancato di suscitare dibattito, tra chi riteneva la cifra eccessiva e chi diceva che per il benessere dei bambini “questo e altro”. «Andiamo a realizzare – spiega con convinzione Bartolomei – un parco giochi moderno e sicuro, con tre aree ludiche composte da elementi originali. Ci sarà un castello enorme, capace di accogliere 20 persone sopra. .. Con materiali caratterizzati da una ridotta necessità di manutenzione. E niente più barriere architettoniche, grazie a una pavimentazione anti trauma, in gomma colata».

Che poi è la soluzione scelta anche per Monteoliveto... «Sì. Quello di Monteoliveto è un parco molto frequentato, ma l’area giochi ha urgente bisogno di manutenzione. Ci sono altalene rotte, giochi spostati o addirittura portati via». Su questa parte di parco, dedicata ai bambini più piccoli, s’interverrà sostituendo in toto la pavimentazione e le altalene, e riposizionando i giochi rimossi. «Accanto a quella esistente sarà poi realizzata un’area giochi per bambini più grandi, con l’installazione di un’attrezzatura ludica per la fascia d’età 6-14 anni». Il progetto prevede la manutenzione della seduta circolare in legno, ampiamente deteriorata dall’uso nel tempo. In totale 115mila euro. «Sul Mepa, il portale per le pubbliche amministrazioni, provvederemo all’acquisto dei giochi. Poi ci sarà la gara per l’installazione e per i lavori di manutenzione e posa in opera della pavimentazione antitrauma».

Ieri è uscito invece il bando di gara per piazza della Resistenza. La scadenza dei termini è fissata al 9 dicembre. «L’area giochi sarà destinata ai bambini tra i 9 e i 12 anni. Riguardo alle polemiche sul fatto se non fosse più opportuno pensare a nuove strade ci tengo a spiegare – conclude l’assessore – che questo intervento rientra in un capitolo di spesa finanziato per 60mila euro con risorse pubbliche e per 200mila euro dalla Fondazione Caript che ha, da statuto, finalità sociali. Può destinare le proprie risorse esclusivamente alla cultura o a progetti come questo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA