Contenuto riservato agli abbonati

Pistoia, per 140 bambini non c’è posto al nido

In lista d’attesa 290 piccoli, ma poco più della metà hanno trovato una soluzione nelle strutture private convenzionate

PISTOIA. Un totale di 140 bambini sono rimasti fuori dagli asili nido della città. Altri 150 – non trovando posto nelle strutture di proprietà comunale – andranno nei centri privati accreditati, che sono in tutto sette. A queste famiglie il Comune di Pistoia darà un contributo pari alla differenza tra la retta annua che avrebbero pagato frequentando il pubblico (che è compresa tra i 20 e i 520 euro, in proporzione al valore della dichiarazione Isee) e quella richiesta dal nido convenzionato. «Abbiamo accolto tutte le domande arrivate per le agevolazioni, anzi sono avanzati 50.000 euro dei 200.000 che abbiamo a disposizione», sottolinea l'assessore all'istruzione Alessandra Frosini.

Non c'è più posto dunque nei servizi educativi di prima infanzia cittadini, rivolti ai pargoli da 3 a 36 mesi. Gli spazi sono esauriti. In questi giorni si concluderanno gli inserimenti dei 560 bambini iscritti agli asili pistoiesi: circa 300 nelle sei strutture pubbliche, i restanti in quelle private. Quest'anno ci sono in tutto 175 nuove iscrizioni accolte: 54 sono i nati nel 2019, 96 nel 2020 e 19 nel 2021, altri sei piccoli saranno seguiti dagli operatori dello spazio gioco “Casa degli orsi”. «Nei nidi comunali è stata raggiunta la capienza massima disponibile – riprende Frosini – ma la situazione è sempre in evoluzione perché durante l' anno alcuni bambini potrebbero trasferirsi, e altri dopo l'inserimento potrebbero rinunciare per varie ragioni. E quindi non è escluso che possano liberarsi dei posti».


Se questo scenario dovesse verificarsi, ci sono 140 famiglie alla finestra, pronte a subentrare alle prime defezioni. Non c'è il rischio insomma che delle classi restino vuote.

A Pistoia, tra l'altro, l'offerta per i bambini in età pre scolare è cresciuta di recente, ma evidentemente non riesce ancora a rispondere del tutto alla domanda sempre più alta e alle esigenze dei genitori. Nel settembre del 2020 è stato inaugurato per esempio il nido “La città nel bosco” nella frazione delle Piastre, un'opera da 120.000 euro realizzata dal Comune in alcuni ambienti non utilizzati all’interno della scuola materna “La Margherita”.

Da un mese inoltre è operativo l'asilo privato accreditato da 25 posti “Primi passi”, ricavato nel complesso dell'istituto suore Mantellate di corso Fedi.

Di proprietà pubblica ci sono poi altri cinque nidi (“Arcobaleno” in zona stadio, “Il faro” a Vicofaro, “Lago Mago” al Villone Puccini, “Il sole” alle Fornaci e “Il grillo” in via dei Salici) e quattro spazi gioco (“Piccolo blu” e “Arcobaleno Blu” in via Caduti del Lavoro, “Area rossa” e la “Casa degli orsi” in via degli Armeni). Oltre alle Mantellate, i convenzionati a Pistoia sono “Dire, fare, giocare”, “Margherita”, “Niccolo Puccini”, “Legno Rosso”, “L’isola che non c’e” e “Impronta Verde”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA