Contenuto riservato agli abbonati

Un centro odontoiatrico all’ex Ceppo: cure dentistiche per 850mila persone

Un medico in un ambulatorio (Foto Nucci)

Il taglio del nastro del presidente della Regione Giani: «A Pistoia anticipato il decreto Cura Italia». Il dottor Lillo: «Prevenzione e chirurgia di base, ma ci saranno anche ambulatori innovativi»

PISTOIA. Dalla prevenzione all’odontoiatria conservativa e protesica fino agli interventi più complessi: l’Hub odontoiatrico inaugurato ieri mattina al secondo piano dell’ex ospedale del Ceppo si pone come punto di riferimento per tutta l’Asl Toscana Centro. Un bacino di utenza di 850mila persone, stima il direttore della struttura, Luca Lillo, che ha mostrato ambulatori e i servizi al presidente della Regione Toscana Eugenio Giani.

L’inaugurazione. Ed è stato un taglio del nastro – per quanto consentito dalle disposizioni anti Covid – in grande stile quello organizzato al Ceppo. «Questa iniziativa di sanità pubblica è di grande importanza – afferma Giani – e si è realizzata in un contesto di eccellenza: a Pistoia, in pratica, è stato anticipato il decreto Cura Italia del ministro Speranza per lo sviluppo del rapporto tra territorio e sistema ospedaliero. Uno spazio, come quello dell’ex ospedale, ha ritrovato una sua nuova prospettiva con la creazione di servizi specialistici come l’Odontoiatria, inaugurata oggi, ma anche e soprattutto con i posti letto di Cure intermedie. IlCeppo assume quindi la connotazione di ospedale di comunità e la sanità pistoiese contribuisce a far raggiungere quelle punte di qualità a tutto il nostro sistema regionale pubblico collocandolo come uno dei migliori a livello nazionale, fatto questo che è stato evidenziato in questi giorni proprio dalla classifica nazionale».


La struttura. L’Hub odontoiatrico pistoiese è inserito nel dipartimento chirurgico (diretto dal dottor Stefano Michelagnoli), ed è in particolare afferente all’Area chirurgia testa-collo (diretta dal dottor Marco Massagli); il personale dell’Hub oltre ad essere composto dai dentisti si completa con quello infermieristico, tecnico ed amministrativo.

L’organizzazione. Ma come lavorerà questo centro odontoiatrico? E con quante persone? Lo spiega il dottor Luca Lillo, direttore della struttura complessa di Odontoiatria di Empoli, Prato e Pistoia. «Potremmo lavorare su 44 turni a settimana, ma adesso partiamo con 27. Sono arrivati due dirigenti medici, da concorso, e aspettiamo altro personale. Le modifiche strutturali – spiega – hanno consentito di realizzare una sala d’attesa e front-office, quattro ambulatori con altrettanti riuniti (le poltrone attrezzate di uso dentistico), una stanza adibita ai RaggiX, un laboratorio tecnico e una stanza per il personale».

Cosa si cura nell’Hub pistoiese. Le attività svolte sono di primo e secondo livello clinico: prevenzione odontoiatria conservativa per adulti e pediatrica, chirurgia di base, protesi sono le prestazioni di base alle quali si uniscono quelle più avanzate che riguardano gli interventi conservativi e complessi, la chirurgia complessa, l’implantologia, l’implantoprotesi, l’ortodonzia.

Il dottor Lillo ha, inoltre, sottolineato che nell’Hub verranno attivati ambulatori innovativi quali quello di Gnatologia e di Patologia orale (per la gestione delle malattie benigne della mucosa orale e oltre che per la diagnosi precoce di tumori di questo distretto anatomico), con percorsi di collegamento con le strutture specialistiche di oncologia e di otorino. In pratica nell’Hub del “Ceppo” è stata trasferita tutta l’attività che prima veniva svolta in via della Quiete e, che per l’inadeguatezza degli spazi e la vetustà dei locali, non poteva essere potenziata e sviluppata.

Dove si trova il centro odontoiatrico. L’Hub è stato realizzato al secondo piano del Padiglione Cassa di Risparmioe i lavori di adeguamento sono stati condotti dall’area tecnica (diretta dall’ingegnere Ermes Tesi); l’investimento comprensivo delle attrezzature è stato di 170mila euro. L’Hub è situato nel cuore cittadino, in piazza Giovanni XXIII, raggiungibile dai mezzi pubblici e dotato di parcheggio.

Come ci si prenota. L’accesso all’Hub del “Ceppo”, per la prima visita, è tramite appuntamento al Cup 2. 0 con le diverse modalità in essere (dalla prenotazione telefonica, all’invio della mail) mentre gli appuntamenti successivi saranno direttamente programmati dagli specialisti. Nuove agende saranno generate per l’abbattimento dei tempi di attesa.

I presenti al taglio del nastro. C’erano Giani e l’assessore regionale alla sanità Simone Bezzini, il sindaco di Pistoia Alessandro Tomasi e la vicesindaca (nonché presidente della Società della salute) Annamaria Celesti.

All’apertura del nuovo polo odontoiatrico hanno partecipato, tra gli altri, il sottosegretario Caterina Bini (Pd) , i consiglieri regionali Federica Fratoni (Pd) e Alessandro Capecchi (FdI) , il presidente della Sds della Valdinievole Alessio Torrigiani, il direttore della zona distretto di Pistoia e direttore del dipartimento rete sanitaria territoriale Daniele Mannelli, il direttore sanitario del presidio San Jacopo Lucilla Di Renzo, il direttore delle professioni infermieristiche area pistoiese Paolo Cellini e il direttore degli infermieri Monica Chiti. A impartire la benedizione monsignor Fausto Tardelli, vescovo di Pistoia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA