Pistoia, oltre un milione di euro in arrivo per gli asili nido in provincia

Stanziati dalla Regione Toscana i fondi destinati ai Comuni per i servizi educativi

pistoia. In arrivo ai Comuni pistoiesi e alla Provincia di Pistoia più di un milione e 400mila euro per i servizi educativi per la prima infanzia destinati ai bambini fino a tre anni di età per l’anno scolastico 2021-2022. Soldi che serviranno inoltre anche per l’inclusione scolastica degli alunni disabili e, più in generale, anche per incrementare il fondo per la non autosufficienza.

Ad assegnarli agli enti locali della nostra provincia è stata la Regione Toscana, come ha reso noto Marco Niccolai, consigliere regionale del Pd e presidente della commissione Aree interne. In particolare i finanziamenti regionali che arriveranno i risultano così suddivisi: 1.026.747,02 euro destinati agli asili nido; 116.878,93 destinati all’ inclusione scolastica degli alunni disabili (che andranno alla Provincia); 273.701 euro sono invece risorse aggiuntive destinate al fondo per la non autosufficienza che saranno ripartite fra la Società della Salute Val di Nievole (107.954 euro) e Società della Salute pistoiese (165.747 euro).


«Con le risorse dedicate ai servizi educativi – spiega Niccolai – la Regione Toscana offre una risposta alle esigenze di tantissime famiglie, soprattutto di quelle che vivono nelle zone delle aree interne e nelle zone disagiate, favorendo la conciliazione della vita familiare con la vita lavorativa. Più in generale, si tratta di interventi molto importanti dal punto di vista della coesione sociale, perché agiscono su segmenti fondamentali quali la scuola, la disabilità e la non autosufficienza, per continuare a mettere al centro le famiglie e i loro bisogni». Per quanto riguarda la ripartizione comunale dei fondi per sostenere la domanda e l’offerta di servizi educativi per la prima infanzia, le risorse sono state assegnate ai seguenti comuni: Abetone Cutigliano 13.193,26 euro; Agliana 53.671,32; Buggiano 20.510,55; Chiesina Uzzanese 10.439,50; Lamporecchio 15.597,85; Larciano 14.860,94; Marliana 18.351,60; Massa e Cozzile 16.826,02; Monsummano 77.687,52; Montale 26.883,95; Montecatini 87.394,89; Pescia 62.834,95; Pieve a Nievole 19.405,20; Pistoia 429.672,13; Ponte Buggianese 23.458,17; Quarrata 79.585,86; San Marcello Piteglio 12.158,95; Serravalle Pistoiese 29.353,42; Uzzano 14.860,94.

Come detto, con la delibera di giunta sono anche state incrementate le risorse per garantire l’estensione dei servizi domiciliari ai cittadini in condizioni di disabilità e di non autosufficienza di età superiore ai 65 anni e per il sostegno al sistema integrato a favore delle persone non autosufficienti di età under 65.

Cifre che vanno ad aggiungersi agli oltre quattro milioni e mezzo di euro già stanziati.

«Un finanziamento importante – ha detto la consigliera regionale del Partito democratico Federica Fratoni, membro della commissione Sanità – che va nella direzione di migliorare la qualità e la quantità delle risposte assistenziali a favore delle persone non autosufficienti».

© RIPRODUZIONE RISERVATA