Telecamere puntate no stop per fermare la mala movida

I monitor nella centrale della polizia municipale saranno sorvegliati tutta la notte in caso di situazioni a rischio sarà diramato l’allarme alle forze dell’ordine

Pistoia. Si partirà già da questo fine settimana. I monitor della centrale operativa della polizia municipale, collegati con le decine di telecamere di sorveglianza collocate nel centro storico – e non solo – saranno tenuti costantemente sotto controllo per tutta la notte, anche dopo l’orario di chiusura dei locali. E nel caso di una potenziale situazione a rischio, gli agenti in servizio, in diretta, daranno immediatamente l’allarme alle pattuglie forze dell’ordine in servizio. Il cui numero sarà contemporaneamente incrementato.

Questo uno dei punti salienti piano della prefettura studiato per dare un ulteriore giro di vite contro la movida violenta, non solo a Pistoia ma anche a Montecatini. Il prefetto Gerlando Iorio ha riunito, ieri mattina, il Comitato ordine e sicurezza pubblica. Alla riunione hanno partecipato le associazioni di categoria e i sindaci delle due città interessate, assieme al presidente della Fondazione Caripit, Lorenzo Zogheri: il comitato, innanzitutto, ha infatti valutato positivamente l’impatto del progetto, realizzato anche grazie alla fondazione, con cui durante i fine settimana di luglio sono stati impiegati alcuni steward nei luoghi della movida. Una sperimentazione che proseguirà per il tutto periodo estivo, grazie al raccordo con le forze di polizia e le attività economiche interessate.


Quindi, il prefetto ha presentato il piano – predisposto d’intesa tra la comandante della polizia locale e i responsabili delle forze dell’ordine – per l’intensificazione della vigilanza nel centro di Pistoia. Punto focale, come accennato, un sempre maggiore impiego delle telecamere di videosorveglianza del Comune.

«Già da questo fine settimana – spiega la prefettura – i monitor installati nella sala operativa della polizia locale, presidiata senza soluzione di continuità dagli agenti municipali, consentiranno di visualizzare in tempo reale le immagini delle strade e delle piazze del centro cittadino. L’intercettazione sul nascere di eventuali e potenziali situazioni di criticità (degrado urbano, illegalità diffusa), permetterà di attivare l’alert per l’immediato e quanto più preventivo intervento coordinato delle forze di polizia presenti sul territorio».

«Un contributo decisivo per la deterrenza e la prevenzione – prosegue la prefettura – che ha tra gli obiettivi anche quello di ottimizzare tutte le risorse presenti sul territorio e di creare maggiori possibilità investigative e di prevenzione, ampliando la possibilità di adozione di provvedimenti incisivi» come quelli recentemente adottati dal questore in seguito alle risse scoppiate in viale IV Novembre, a Montecatini.

Il prefetto ha disposto quindi l’intensificazione delle misure di vigilanza da parte delle forze di polizia in orario notturno, rinnovato la sollecitazione a disporre servizi congiunti con le polizie locali di Pistoia e Montecatini per il controllo delle eventuali violazioni in materia di somministrazione di bevande alcoliche, soprattutto nei confronti di minori. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA