Puccini Gatteschi: a Pistoia un mondo incantato con il teatro più piccolo del mondo

Un'immagine dall'alto del micro-teatro Gatteschi

Il nuovo polo culturale nei palazzi di via del Can Bianco e vicolo Malconsiglio, aprirà i battenti il prossimo primo luglio

PISTOIA. Con i suoi settanta metri quadri, è senz’altro uno dei teatri più piccoli del mondo. Una bomboniera decorata da stucchi e affreschi “trompe-l’oeil”, un luogo incantato. Quasi nessuno lo sa, ma questo gioiellino si trova a Pistoia, all’interno di Palazzo Gatteschi, proprio di fronte al Palazzo Puccini, dove nel 1799 nacque Niccolò Puccini e dove ora hanno sede gli Istituti Raggruppati, tra via del Can Bianco e vicolo Malconsiglio.

Il micro-teatro Gatteschi è il cuore del nuovo polo culturale “Puccini-Gatteschi”, progettato e realizzato dall’associazione culturale G713 Pistoia Valley, guidata da Andrea Massaini.


Un polo che può contare anche su una caffetteria-emporio, il Caffè Puccini, e su una piccolissima sala cinematografica (il Cinemino Puccini). Tutti e tre gli ambienti si affacciano su uno splendido giardino interno, ribattezzato Piccolo Giardino Puccini, uno spazio all’aperto dotato di un palco, scenografie e quinte verdi. Ospiterà per tutta l’estate spettacoli, incontri, proiezioni e piccoli concerti di musica, rigorosamente dal vivo e senza amplificazione. Uno spazio recuperato grazie al finanziamento ottenuto nell’ambito del bando “Piccole Bellezze” della Fondazione Caripit.

Per familiarizzare di persona con questo piccolo mondo magico, si potrà approfittare dei quattro giorni di apertura, dal primo luglio in poi. Ad entrare subito in funzione saranno il Giardino e il Caffè Puccini. Quest’ultimo offrirà prodotti esclusivamente locali.

Dopo l’estate, invece, appena la situazione epidemiologica lo consentirà, il “Puccini Gatteschi” darà spazio anche al teatro e al cinema, grazie alla piccola sala del Teatrino e alla saletta per videoproiezioni e incontri da ventinove posti (pre-Covid). A settembre - dal 17 al 19 - il Teatrino Gatteschi ospiterà la prima edizione del Festival Nazionale del Micro Teatro, organizzato in collaborazione con Teatro per la Coscienza, mentre nel Cinemino Puccini verranno proiettati prevalentemente cortometraggi, film muti e d’autore, spesso poco conosciuti ma di altissima qualità. Anche il Cinemino ospiterà incontri all’insegna del confronto e dell’intrattenimento, in linea con lo spirito di “Puccini Gatteschi”.

Il Teatrino Gatteschi, datato 1707, è un vero tesoro finora rimasto un po’ nascosto all’interno dell’antico Palazzo Gatteschi, residenza storica appartenuta all’omonima famiglia dal Trecento fino alla prima metà dell’Ottocento. Inserito nel Patrimonio delle Dimore Storiche d’Italia, anno in cui venne costruito per uso privato della famiglia in occasione delle nozze tra Pistoletto Gatteschi e Maria Francesca Bracciolini, probabilmente su progetto del canonico e architetto Francesco Maria Gatteschi (1656-1722), autore anche del Teatro dei Risvegliati, da cui poi nascerà l’attuale Teatro Manzoni. Adibito a magazzino tra l’Ottocento e il Novecento, il Teatrino Gatteschi perse nel tempo il suo splendore e la sua originaria funzione, che adesso, grazie alla ristrutturazione, potrà finalmente riacquistare, tornando ad ospitare eventi e piccole rappresentazioni teatrali. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA