Contenuto riservato agli abbonati

Muore travolto da un'auto: la festa di compleanno del nipote, poi la tragedia

Mariarosa Marmi, moglie di Giuseppe Tabino

Pistoia, il racconto choc della moglie: «L'ho visto morire sotto i miei occhi». La figlia Alessia si dispera: «È tutto così assurdo, è uscito un attimo dalla porta dopo una sera di festa e non è più rientrato»

PISTOIA. «Gli ho retto la testa mentre i soccorritori gli facevano il massaggio cardiaco. Ha fatto un grande sospiro e poi se ne è andato. Appena sono uscita di casa e l'ho visto a terra, ho capito subito che non si sarebbe salvato». Ha la voce rotta dal pianto Mariarosa Marmi, moglie di Giuseppe Tabino, investito sulle strisce in via Montalese, sabato sera, mentre andava a buttare ai bidoni i cartoni della pizza. Ora dovrà farsi forza anche per la figlia Alessia, legatissima al padre, e per l’adorato nipotino di 8 anni, che proprio quella sera in compagnia dei nonni e di mamma Alessia e babbo Federico aveva festeggiato il suo compleanno soffiando sulle candeline della torta. Giuseppe e Mariarosa vivevano in quella casa lungo la Montalese dal 1992. Originario di Potenza, ma arrivato in Toscana da bambino, il signor Tabino aveva lavorato alla Conad del Tirreno ricoprendo anche ruoli sindacali, fino alla meritata pensione. Nel 2005, sempre su quella strada, mentre era in macchina fu coinvolto in un incidente provocato da un camion, ma riuscì a salvarsi. Sabato sera, invece, l'impatto con quella macchina proveniente da Montale non gli ha lasciato scampo.

«È tutto così assurdo – dice la figlia Alessia, mentre abbraccia la mamma all'ingresso di casa – è uscito un attimo dalla porta, dopo una sera di festa, e non ci è più rientrato. Questa strada è pericolosa. Lo sanno tutti. Ora spero solo che qualcuno intervenga affinché una tragedia simile non accada più».


Immediato l'abbraccio collettivo della comunità di Santomato a quella famiglia così riservata e per bene. Ieri mattina i vicini di casa erano tutti intorno a Mariarosa con una parola di conforto e un saluto. Niente, però, le riporterà indietro il marito. La salma di Giuseppe Tabino è ancora all'obitorio dell'ospedale San Jacopo, in attesa che la famiglia possa procedere a organizzare il funerale. —



© RIPRODUZIONE RISERVATA