Un impianto polisportivo per affiancare Galanda e i suoi campus di basket

Cutigliano. Tornano i campus di basket sulla montagna pistoiese grazie al contributo fondamentale di Giacomo “Gek” Galanda e l'amministrazione comunale di Abetone-Cutigliano pensa alla realizzazione di un campo polisportivo. Una manifestazione che sposa il binomio sport e turismo visto che mentre i giovani atleti svolgeranno il loro sport preferito, le famiglie potranno godere dell'offerta turistica che propone la montagna pistoiese. Quest'anno gli organizzatori si avvarranno anche delle strutture del Dynamo Camp di Limestre, così sarà coinvolto un territorio più ampio. Ma il fatto che il famoso cestista sia venuto a visitare le strutture sportive del Comune di Abetone-Cutigliano, è stata l'occasione ghiotta perchè Marcello Danti, presidente del consiglio comunale, potesse avanzare l'idea di creare un nuovo campo polisportivo a Casotti. «Ho partecipato alla presentazione della nuova avventura di Gek Galanda. Un’idea magnifica perché valorizza il territorio della montagna pistoiese e, allo stesso tempo, fa sì che i ragazzi possano socializzare e passar tempo all'aria aperta, a maggior ragione in questo momento così difficile – dichiara il consigliere regionale di Fratelli d'Italia, Diego Petrucci, componente della Commissione Sanità e Politiche sociali – Sport, natura e gioventù che è un mix vincente. Si tratta di campus settimanali di basket che accoglieranno ragazzi e ragazze dagli 8 ai 17 anni. I ragazzi saranno coinvolti con le loro famiglie, che potranno godere delle bellezze della nostra montagna». Ormai sono diversi anni che Galanda organizza a Cutigliano i suoi campus estivi di basket. «Abbiamo accompagnato Galanda a vedere la situazione dei campi sportivi a Cutigliano e Casotti – spiega il presidente del consiglio comunale Marcello Danti – Riteniamo importante incrementare il turismo sportivo in montagna, per questo proporrò alla giunta la realizzazione di un nuovo campo multi sportivo a Casotti, per praticare attività fisica circondati dal verde e all’aria aperta. Il campo in questione si trova vicino a quello di calcio. Sarebbe da recuperare questa area e farci anche una copertura in sintetico per offrire tutto l'anno il modo di praticare diversi sport. In questi giorni – conclude Danti – stiamo mandando le richieste di preventivo e la spesa che si suppone debba essere sostenuta si aggira sui 30mila euro». —

C.B.


© RIPRODUZIONE RISERVATA