Addio alla maestra Laura Caiani memoria storica della Quarrata che fu

Dopo la pensione, l’impegno affinché non venisse disperso il ricordo delle tradizioni, degli usi e dei personaggi locali

QUARRATA. Dalle sue classi sono passate generazioni di quarratini. Bambini prima, poi genitori e nonni, che non per questo, nonostante lo scorrere della vita, hanno smesso di ricordarla. Per tutti era “la maestra Caiani”, la maestra dal sorriso gentile. Non solo, era anche la memoria storica di Quarrata. Laura Caiani Giannini si è spenta poco prima dell’alba di ieri. Aveva 96 anni. Tanti dei quali passati a insegnare, e altrettanti a raccogliere i ricordi della gente sugli usi e i costumi della Quarrata che non c’è più. Un certosino lavori di ricostruzione poi confluito in diverse pubblicazioni, tra cui, in primis, il libro scritto assieme a Carlo Rossetti “Quarrata, voci del passato. Storia, tradizioni e personaggi tra la fine dell'Ottocento e la prima metà del Novecento”: un piccolo tesoro di foto, testimonianze e racconti.

«I racconti degli anziani – spiegava nel 2005 su “Quarrata Informa”, parlando del suo lavoro di raccolta in corso – sono una fonte inesauribile che altrimenti andrebbero disperse. Nessun archivio infatti può darci notizie sui giochi dei bambini, sulle feste, sui grandi momenti di lavoro collettivo, come la vendemmia. La nostra speranza è quella di poterle trasmettere alle nuove generazioni».


Tra le altre sue pubblicazioni è da ricordare , “Maestre di montagna”, un saggio pubblicato dalla rivista “Storia locale”, in cui compare anche il suo racconto autobiografico di quando era una giovane maestra sulla montagna pistoiese. Sì perché, dopo aver iniziato a insegnare nella scuola di Buriano, nel 1944, a 25 anni ebbe la sua prima cattedra elementare nella fraziono abetonese di Bicchiere. Lassù ebbe mpdo di conoscere anche Zeno Colò, di cui divenne grande amica. Quindi il ritorno a Quarrata, dove aveva continuato a insegnare fino alla pensione, nel 1980.

Laura Caiani era la vedova del compianto Millo Giannini, artista che ha scritto pagine importanti del design e ha lasciato un’impronta indelebile a Quarrata con la sua galleria d’arte “La Soffitta.”

«Ci sono persone – scriveva nel 2017 l’amico Carlo Rossetti in un articolo sul trimestrale “Noi di Qua” – che nell’ambito di una comunità costituiscono un vero punto di riferimento. È il caso di Laura Caiani, persona che conserva un interesse particolare per tutto ciò che è arte e cultura e che, nonostante l’età, ha ancora tante curiosità da soddisfare. Conserva un amore intatto per la sua città della quale ha memorie e ricordi che è pronta a raccontare a quanti la interpellino. Proprio per questo è, da un punto di vista storico, una fonte attendibile e una preziosa cronista a cui bisogna rivolgersi ogni qualvolta si voglia conoscere eventi e storia della Quarrata di un tempo».

Laura Caiani lascia i figli Carlo e Marco. Il funerale sarà celebrato oggi alle 15 nella chiesa di Santa Maria Assunta. —

M.D.

© RIPRODUZIONE RISERVATA