Il Covid miete altre sette vittime in provincia di Pistoia

Mario Michelacci

Morto l’ex presidente dell’Olimpia Quarrata. Buggiano piange Paolo Caralli 

PISTOIA. Un’altra giornata nera, nonostante l’ulteriore lieve calo dell’indice di positività settimanale, che ha scongiurato, soprattutto per l’area sanitaria della Valdinievole, il ritorno della zona rossa. Sette le nuove vittime del Covid in provincia, di età compresa fra i 56 e i 92 anni.

Tra loro, all’ospedale San Jacopo è morto a 75 anni Mario Michelacci, ex presidente dell’Usd Olimpia Quarrata. Lascia la moglie Marzia e i figli. In una nota, la società sportiva ha comunicato «con profonda tristezza, la scomparsa del proprio ex presidente e attuale socio, persona conosciutissima e stimata da tutta la città e colonna imprescindibile della nostra società per decenni». In segno di lutto la società ha deciso di sospendere ogni attività sportiva per tre giorni. «Un abbraccio alla moglie e ai figli da parte di tutta la grande famiglia giallorossa. Buon viaggio Mario, che la terra ti sia lieve».


«Lo conoscevo benissimo, era un amico e questo mi fa intristire ancora di più – aggiunge il sindaco di Quarrata Marco Mazzanti – Mi auguro davvero che si esca prima possibile da questo periodo così difficile, che ci sta portando via persone care. Alla sua famiglia faccio le mie personali condoglianze e quelle dell’intera amministrazione».

Ha lottato con tutte le sue forze contro il virus per oltre un mese ma alla fine anche Paolo Caralli, 64 anni, ieri mattina si è dovuto arrendere. Persona estremamente solare e socievole, nativo di Borgo a Buggiano, da qualche tempo abitava a Uzzano. La sua scomparsa ha destato grande commozione in Valdinievole dove era conosciuto e apprezzato. Promettente ala destra, di sostanza e di qualità, cresciuto nelle giovanili del suo paese giocò anche nei ragazzi della Pistoiese, anche se la sua Champions League fu rappresentata dal trionfo all’allora leggendario torneo del Gusci con la maglia della frazione di Santa Maria.

Paolo Caralli

Poi la sfera di cuoio diventò ben preso un hobby, in quanto iniziò a lavorare come cameriere in importanti strutture alberghiere montecatinesi. Cordiale, allegro e genuino era un punto riferimento anche per la “meglio gioventù” di allora, fra cui il sindaco di Buggiano Daniele Bettarini che nel trasmettere le condoglianze alla famiglia, lo ha voluto ricordare con un post su Facebook: «Se ne è andato un mio vecchio amico. Anzi un amico di tutti. Non era più residente a Buggiano ma in ogni caso resterà borghigiano doc per sempre! Condoglianze alla famiglia in special modo alla moglie Antonella ed alla figlia Alice».

Dopo le esperienza professionali in hotel, Paolo Caralli aveva intrapreso l’attività di venditore di prodotti alimentari affidandosi al marchio Parmalat.

Nella rsa del Villone Puccini, alcuni giorni dopo la moglie, è spirato invece Giuliano Ricciarini, 92 anni. Al San Jacopo è morta Margherita Boggio, 83 ammi, di Pistoia, mentre Kanto Gjokaj, 56 anni, residente a Quarrata, è morto all’ospedale Ss Annunziata di Firenze. All’ospedale di Pescia sono spirati Rovaldo Romani, 88 anni, di Monsummano, e Mario Baronti, di Pescia, anche lui 88enne. —

R.G.-M.D.

© RIPRODUZIONE RISERVATA