Nuova raccolta dei rifiuti al via a Pistoia per 16.500 famiglie

Nelle zone est e sud del comune, al di fuori del centro, si parte da lunedì 12. E Bottegone sperimenterà per primo i cassonetti “intelligenti” per l’organico

PISTOIA. Partirà il 12 aprile il nuovo sistema di raccolta dei rifiuti al di fuori della terza cerchia di mura della città. Un sistema “ibrido”, che prevede l’utilizzo sia della raccolta porta a porta (per i rifiuti di carta e cartone e per gli imballaggi in plastica, tetrapak e alluminio), sia dei cassonetti (per rifiuti organici, vetro e rifiuti non differenziati). Due le differenze del nuovo sistema, battezzato “Pistoia cambia”, rispetto a quello attuale. Il primo: verranno raccolti porta a porta anche la plastica, i tetrapak e l’alluminio. Il secondo, più sostanziale: i cassonetti per i rifiuti organici si potranno aprire soltanto con una apposita chiavetta (una per utenza), in modo che il cassonetto “riconosca” l’utente. E – a fine anno – consenta ad Alia, l’azienda che gestisce la raccolta e lo smaltimento dei rifiuti – di sapere quanta raccolta differenziata si è effettivamente fatta. L’obiettivo è quello di consentire al Comune di ridurre la tassa rifiuti (la Tari) alle famiglie che si comportano bene. Con lo stesso scopo, anche i sacchi per la raccolta di plastica e alluminio saranno dotati di appositi microchip.

Il 12 aprile il nuovo sistema sarà inaugurato nelle zone sud ed est di Pistoia al di fuori del centro. In particolare la zona est (8.500 utenze) comprende le località di Valdibure, Iano, Baggio, Santomoro, Candeglia, Sant’Agostino, Chiazzano, Chiesina Montalese, Santomato. La zona sud (altre 8.000 utenze circa) corrisponde invece a via Fiorentina, Bonelle, Bottegone, Ramini, Masiano, Bargi, San Pantaleo.


Proprio a Bottegone inizierà il collaudo dei nuovi cassonetti “intelligenti”, quelli cioè che si potranno aprire solo con la chiavetta. Nei mesi successivi questi nuovi contenitori verranno installati anche nel resto del territorio comunale.

Entro fine giugno, poi, il nuovo modello di raccolta verrà esteso anche alla zona ovest della città ed entro agosto alla zona nord, completando così la copertura del territorio. Da ricordare che nel centro storico (all’interno della terza cerchia di mura) sono già in funzione 10 postazioni di cassonetti interrati e 22 di cassonetti stradali. In questa zona della città la raccolta è tutta basata sui cassonetti, tranne la carta e il cartone, che viene ritirato porta a porta. Anche qui, come nel resto della città, nei prossimi mesi saranno progressivamente attivati i cassonetti “intelligenti” per i rifiuti organici. In alcune piccole aree, infine (circa mille utenze), dove le strade non sono accessibili ai mezzi pesanti di Alia, sarà introdotto un sistema porta a porta integrale (escluso solo il vetro).

Per illustrare ai pistoiesi le novità del progetto “Pistoia Cambia”, Comune e Alia hanno organizzato un ciclo di assemblee online, in diretta streaming, cui possono partecipare liberamente tutti i cittadini, collegandosi al canale Youtube dell’azienda. Gli appuntamenti sono previsti per mercoledì 14 aprile, mercoledì 5 e 26 maggio, mercoledì 16 giugno, mercoledì 7 e 28 luglio, sempre alle 18.

Inoltre, per permettere a tutti di avere sempre utili aggiornamenti sulle trasformazioni in corso si ricorda che è attivo un portale dedicato, https://pistoia.rifiutinforma.it/. Infine, informazioni utili vengono fornite anche dalla app “Junker”, attiva per tutti e 58 i Comuni serviti da Alia, scaricabile gratuitamente per sistemi Ios (quelli dei cellulari Apple) ed Android. —