Ogni anno un’immagine simbolo della tua città: vent’anni di foto in regalo con Il Tirreno

La sfida della Giostra dell’Orso, nel giorno dedicato al patrono San Jacopo, continua a tenere la città con il fiato sospeso

PISTOIA. Anche nel nuovo millennio, nonostante una sospensione e alcune sostanziali modifiche regolamentari, la Giostra dell'orso continua ad animare la città di Pistoia in occasione della festa del santo patrono, San Jacopo, ogni 25 luglio.

La manifestazione equestre viene disputata nell'anello di piazza del Duomo tra dodici cavalieri, tre per ognuno dei quattro rioni cittadini, che si scontrano tra loro in gare di velocità e abilità a due a due per la conquista del palio. In particolare, i cavalieri, armati di lancia, devono abbattere un bersaglio a forma di orso: vengono assegnati tre punti a chi arriva primo e abbatte l'orso, un punto a chi arriva secondo e abbatte l'orso, zero punti a chi non colpisce l'orso. Il rione che ottiene più punti vince la Giostra.


Nella splendida immagine che i lettori troveranno domani insieme a “Il Tirreno” si vede un cavaliere impegnato proprio nel momento decisivo di ogni sfida, l’istante in cui si deve prendere la mira per colpire il piccolo bersaglio su uno dei due bracci che spuntano dalla sagoma dell’orso. Guardando l’immagine catturata dal nostro Lorenzo Gori (suoi sono anche tutti gli altri scatti “pistoiesi” che Il Tirreno regalerà ai suoi lettori) pare quasi di sentire il subitaneo silenzio del pubblico con il fiato sospeso, i tonfi sordi del galoppo del cavallo, l’odore inconfondibile della polvere che si solleva dall’anello di terra battuta. Il cavaliere porta addosso il rosso e il verde del rione del Drago, ma è solo una circostanza fortuita: nella foto è immortalato lo spirito più autentico della Giostra, quel misto di sfida, tradizione e orgoglio che da sempre anima gli appassionati della Giostra.

Gli altri appuntamenti

La foto del cavaliere impegnato nella Giostra dell’Orso che uscirà domani è la seconda della serie di 21 immagini, una per ogni anno del nuovo millennio, che Il Tirreno regala ai lettori. La pubblicazione delle foto proseguirà poi martedì con un’immagine simbolo del 2002 a Pistoia: la visita del presidente della Repubblica, Carlo Azeglio Ciampi, ripreso con il Battistero sullo sfondo. Per il 2003 si va invece a Montecatini, per uno scatto "rubato" a un grande personaggio del cinema internazionale, Robert De Niro, colto all’uscita da un albergo della città termale. In tutto saranno 13 foto di Pistoia e 8 dedicate a Montecatini e alla Valdinievole e verranno regalate col giornale per cinque giorni la settimana, dal lunedì al venerdì. —

Fabio Calamati

© RIPRODUZIONE RISERVATA.