Quarrata, prostituzione nel finto centro massaggi

I carabinieri mentre mettono i sigilli al centro massaggi di Quarrata

All’interno i carabinieri hanno trovato tre ragazze in biancheria intima e tutto il necessario per i rapporti sessuali con i clienti

QUARRATA. Da fuori si presentava come un normale centro massaggi, ma al suo interno i carabinieri hanno scoperto che si nascondeva una fiorente attività di sfruttamento della prostituzione, dove i clienti potevano ricevere varie prestazioni sessuali.

Il finto centro massaggi è stato scoperto dai militari della stazione di Quarrata, in una delle principali vie cittadine. Le indagini sono partite con appostamenti in loco in abiti civili, dopo che nell’area era stato riscontrato un crescente via vai di persone. Contestualmente sono state effettuate delle ricerche online riguardanti i numeri di telefono pubblicizzati sulle insegne del locale, da cui è emerso che tali numeri erano collegati ad annunci erotici su siti specializzati, fortemente espliciti e chiaramente riconducibili a rapporti sessuali, con un tariffario ben preciso a seconda delle richieste dei clienti, che potevano consumare anche rapporti completi per la somma di 50 euro.


Una volta raccolti tutti gli elementi, i carabinieri si sono presentati alla porta d’ingresso del centro massaggi. All’interno, piccoli ambienti con lettini, dove hanno trovato, oltre a profilattici, creme lubrificanti e contanti, tre donne, tutte di nazionalità cinese, in abbigliamento intimo.

Nei confronti di una di loro, sprovvista di permesso di soggiorno, sono state avviate le procedure per l’espulsione. Il locale stato sottoposto a sequestro preventivo e il titolare dell’esercizio, un 46enne cinese residente in Campania, è stato denunciato per favoreggiamento della prostituzione. —