Contenuto riservato agli abbonati

Altre due vittime del Covid in provincia di Pistoia

Restano alti il numero dei pazienti ricoverati all’ospedale San Jacopo e la percentuale dei tamponi risultati positivi

Massimo Donati

PISTOIA. Scende il numero dei nuovi contagi nella nostra provincia ma resta comunque alta la percentuale dei tamponi risultati positivi sul totale di quelli eseguiti. E nella giornata di venerdì 8 gennaio, il Covid ha fatto due nuove vittime: all’ospedale San Jacopo sono deceduti Costanzo Priami, 76 anni, di Pistoia, e Giuseppe Profita, 85 anni, di Monsummano.


Sempre al limite del livello di guardia il numero dei pazienti ricoverati all’ospedale di Pistoia: sono 37 quelli nel reparto di isolamento, dove ci sono stati quattro ingressi e tre dimissioni, mentre sono dieci le persone in terapia intensiva.

Sono stati 17 i nuovi casi positivi accertati fra le ore 12 di giovedì 7 e le 12 di venerdì 8 gennaio nella nostra provincia, così distribuiti nei vari territori comunali: Chiesina Uzzanese due, Massa e Cozzile cinque, Montale cinque, Monsummano uno, Pescia tre, Pistoia uno.

In Toscana sono stati invece 452 i nuovi casi, con un’età media di 55 anni circa (l’11 per cento ha meno di 20 anni, il 18 per cento tra 20 e 39 anni, il 24 per cento tra 40 e 59 anni, il 24 per cento tra 60 e 79 anni, il 23 per cento ha 80 anni o più). I tamponi eseguiti sono stati 2.750, di cui il 16,4 per cento è risultato positivo.

Per quanto riguarda le varie province, sono 34.555 i casi complessivi in quella di Firenze (110 in più), 10.637 a Prato (44 in più), 10.632 a Pistoia (17 in più), 7.810 a Massa (7 in più), 12.938 a Lucca (24 in più), 17.145 a Pisa (54 in più), 9.116 a Livorno (100 in più), 11.023 ad Arezzo (56 in più), 5.263 a Siena (24 in più) e 4.276 a Grosseto.

Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti Covid sono complessivamente 946, di cui 139 sono in terapia intensiva.

Complessivamente, 8.289 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, mentre le persone isolate in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate sono 13.376.

Le persone complessivamente guarite sono 110.885 (694 in più rispetto): 496 clinicamente guarite, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione, e 110.389 dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con tampone negativo.

Sono 3.830 i deceduti dall’inizio dell’epidemia. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA