Contenuto riservato agli abbonati

Altre tre vittime in provincia di Pistoia, ma diminuiscono i ricoverati

Continua a preoccupare la percentuale dei tamponi positivi su quelli eseguiti che è tornata ad aumentare: 113 i nuovi casi, che portano il totale a 9.042

PISTOIA. Tre nuove vittime del Covid in provincia. Si tratta di tre donne anziane, tra cui Anna Susini, di Lamporecchio, deceduta domenica mattina a 81 anni all’ospedale di Empoli, poche ore dopo il marito (ne scriviamo ampiamente in un altro articolo in questa pagina). Ieri mattina, all’ospedale San Jacopo, è spirata invece Teresa Nocciolini, 95 anni, di Pistoia, mentre all’ospedale Pacini di San Marcello è morta Lina Lavuri, 96 anni, di Quarrata.

Per quanto riguarda i nuovi contagi, nelle ventiquattr’ore che vanno dalle 12 di domenica alle 12 di ieri, in provincia sono stati 113, così suddivisi per territorio comunale: Agliana 6, Buggiano 2, Lamporecchio 8, Larciano 7, Marliana 2, Massa e Cozzile 3, Montale 3, Monsummano 13, Montecatini Terme 3, Pescia 1, Pieve a Nievole 5, Pistoia 35, Ponte Buggianese 6, Quarrata 7, San Marcello Piteglio 5, Serravalle pistoiese 5, Uzzano 2.


In diminuzione i pazienti ricoverati all’ospedale San Jacopo di Pistoia: 85 nel reparto isolamento e 19 in terapia intensiva (dove i posti letto sono 22).

Quel che continua a preoccupare è ancora l’alta percentuale dei tamponi positivi su quelli eseguiti, che è tornata nuovamente a salire: in Toscana, dove i nuovi casi sono stati complessivamente 893, è passata dal 18% di domenica al 23, 9% di ieri.

L’età media dei nuovi 893 casi è di 50 anni circa (l’11% ha meno di 20 anni, il 23% tra 20 e 39 anni, il 33% tra 40 e 59 anni, il 21% tra 60 e 79 anni, il 12% ha 80 anni o più).

Gli attualmente positivi nella nostra regione sono adesso 42. 026, mentre i ricoverati sono 1. 862 (6 in meno rispetto a domenica) di cui 278 in terapia intensiva (stabili).

Per quanto riguarda le varie province, i casi positivi complessivi in quella di Firenze dall’inizio dell’epidemia sono 29. 053 (247 in più), 9.054 a Prato (88 in più), 9. 042 a Pistoia (113 in più), 6. 516 a Massa (58 in più), 10. 407 a Lucca (107 in più), 14. 263 a Pisa (129 in più), 7. 232 a Livorno (41 in più), 9. 492 ad Arezzo (68 in più), 4. 196 a Siena (26 in più), 3. 631 a Grosseto (16 in più).

Complessivamente, 40.164 persone sono in isolamento a casa, poiché presentano sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere, o risultano prive di sintomi (1. 512 in meno). Sono 37.503 (661 in meno) le persone, anch’esse isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate.

Le persone ricoverate nei posti letto dedicati ai pazienti Covid oggi sono complessivamente 1. 862 (6 in meno rispetto a ieri, meno 0, 3%), 278 in terapia intensiva (stabili rispetto a ieri).

Le persone complessivamente guarite sono 58.774 (2.371 in più: 1.465 persone clinicamente guarite, divenute cioè asintomatiche dopo aver presentato manifestazioni cliniche associate all’infezione; e 57.309 dichiarate guarite a tutti gli effetti, le cosiddette guarigioni virali, con tampone negativo.

Sono 2.641 i deceduti dall’inizio dell’epidemia: 964 a Firenze, 170 a Prato, 202 a Pistoia, 300 a Massa Carrara, 256 a Lucca, 278 a Pisa, 180 a Livorno, 129 ad Arezzo, 76 a Siena, 61 a Grosseto:

Per quanto riguarda le varie province, il tasso di mortalità più alto si riscontra a Massa Carrara (153,9 ogni 100.000 abitanti), Firenze (95,3x100.000) e Pistoia (69,1x100.000); il più basso a Grosseto (27,5 x100.000).