Donne in prima fila nella marcia contro tutte le discriminazioni

Dedicata al movimento femminile negli anni Cinquanta la foto  in regalo ai nostri lettori venerdì 14

PISTOIA. Non solo lavoro, non solo pane, ma diritti. La storia degli anni che seguirono la fine della seconda guerra mondiale, a Pistoia come in Italia, è intessuta anche degli sforzi e delle lotte per conquistare diritti che oggi ci sembrano acquisiti e fuori discussione, ma che per le donne e gli uomini di allora erano altrettanti obiettivi da conquistare.

Tutto questo evoca la quarta foto della serie “Le lotte per il lavoro”, che venerdì 14 agosto i lettori del Tirreno riceveranno in edicola insieme ad una copia del loro quotidiano. È la foto di un comizio in piazza Garibaldi, una piazza gremita di cittadini di ogni età, uomini e donne, attentissimi. Tutti seguono il discorso della giovane donna sul palco, che non si vede in faccia ma che appare protesaverso quel mare di volti, per farsi capire bene da tutti.


Stefano Bartolini, direttore della Fondazione Valore Lavoro (al cui grande archivio appartengono tutte le foto che il Tirreno sta regalando) annota sul retro della foto l’epoca dello scatto (anni Cinquanta) ed evoca l’importanza – in quegli anni – dell’Unione Donne Italiane, l’Udi. Protagonista, nel dopoguerra, proprio di quelle battaglie per i diritti di cui si parlava all’inizio: istanze come la lotta alle discriminazioni salariali o l’impegno per i diritti degli orfani. O ancora, la battaglia per la pace, portata avanti attrabverso l’associazione dei Partigiani della pace, sostenuta dal Pci e dal Psi di allora.

Di qualunque cosa stia parlando la donna sul palco, si intuisce – guardando la foto – l’interesse che suscita in chi sta ascoltando. Dalle prime file ai più lontani, quelli che seguono arrampicati sul basamento del monumento a Giuseppe Garibaldi.

E anche la piazza non è un caso: dedicata al più romantico e popolare degli eroi del Risorgimento, piazza Garibaldi – come annota Bartolini – è stata a lungo un luogo simbolico per le lotte sindacali a Pistoia.

Tutto questo si può ritrovare nella foto in regalo venerdì insieme al Tirreno. Ricordiamo che complessivamente le immagini della serie “Lotte per il lavoro” sono sedici. La prima è stata consegnata a chi ha comprato il giornale martedì 11 agosto. Le altre si potranno trovare con il giornale in edicola tutti i giorni dal martedì al venerdì.

Chi le raccoglierà tutte, si ritroverà tra le mani una testimonianza immediata e incisiva – come solo le immagini sanno essere – della lotta per il lavoro e per i diritti dei lavoratori, a Pistoia dagli anni difficili del dopoguerra fino ai primi anni Ottanta. Un modo per ricordare e riflettere su alcune delle radici più profonde della nostra comunità. Un’iniziativa che Il Tirreno riserva ai suoi lettori ma che non avrebbe potuto vedere la luce senza la collaborazione fondamentale della Fondazione Valore Lavoro, costituita presso la Cgil proprio per conservare e far conoscere questa storia recente. —