Nozze nel segno di Zagor e della pioggia, Moreno e Valentina sposi... bagnati

Valentina Uccheddu e Moreno Burattini sul ponte di Castruccio, dopo il fatidico “sì”, alle prese con la pioggia di riso (e di acqua) all’esterno dell’agriturismo e un momento della cerimonia officiata dall’assessore comunale Alice Sobrero

Lo sceneggiatore del celebre fumetto, nativo di Gavinana, e la moglie volevano sposarsi sul ponte di Castruccio

Piteglio. La presenza di Zagor non poteva mancare al matrimonio di uno dei disegnatori che da anni gli dà vita. Così sul piccolo tavolo, vicino alle carte ufficiali, ieri faceva bella mostra di sé la scure, arma preferita dal famoso personaggio dei fumetti nato dalla mente di Sergio Bonelli (al secolo Guido Nolitta) e realizzato da Gallieno Ferri.

Ma a dare un ulteriore tocco magico alla cerimonia, ieri, era anche l’ambiente esterno, in particolare il Ponte di Campanelle, unico e molto particolare nella forma, voluto da Castruccio Castracani signore di Lucca nel Trecento. Era lì che Moreno Burattini, 57 anni, nativo di Gavinana, uno dei più noti sceneggiatori di fumetti al livello italiano e Valentina Uccheddu, 47 anni, insegnante di scuola dell’infanzia a Parma, avrebbero dovuto dire il loro sì. Poi, causa la pioggia, hanno dovuto rifugiarsi nell’agriturismo “Le Dogane”.


«Leviamoci subito il pensiero – ha esclamato Burattini, prima del sì – e diciamo la frase fatta “sposa bagnata sposa fortunata”». La cerimonia, celebrata dall’assessore comunale Alice Sobrero che li ha uniti in matrimonio, non ha perso né di fascino, né di magia, nonostante l’ambiente diverso dalla prevista scenografia.

Moreno e Valentina si sono conosciuti quattro anni fa grazie a un messaggio su Twitter. Successivamente, incontrandosi a Piacenza, è scoppiata la scintilla. Poi la promessa di matrimonio: se fossero sopravvissuti al coronavirus, Moreno si era impegnato a sposare la compagna. E ieri mattina il debito è stato pagato.

«Visto che non potevamo sposarci in Sardegna (terra natale di Valentina, nda) – ha detto Moreno – abbiamo pensato a questo luogo, e Valentina ha accettato subito entusiasta perché le è molto piaciuto».

Alla festa di ieri pochi invitati, in rispetto alle regole in fatto di coronavirus. Per lo più parenti da entrambe le parti, ma anche qualche amico di lavoro dello sceneggiatore di Zagor, ed altri appassionati del celebre fumetto. «Certo che mi sono emozionato – ha rivelato Burattini – ad essere circondato dai miei famigliari, i miei genitori anziani. E poi anche perché questo ambiente ricorda in un certo senso Darkwood, la foresta di Zagor. In questo momento i bambini stanno giocando nel fiume Lima e mi ci rivedo io bambino, ma anche lo stesso Zagor, ed è molto significativo».

«Anche sui social possono nascere amori che approdano poi al matrimonio – ha detto emozionata la neo sposa Valentina –non diamo tutto per scontato, non è tutto male anche nei social e, come vedete, ci può essere qualcosa di buono».

Nonostante il cambiamento di programma all’ultimo momento, gli sposi si sono augurati che tutti gli ospiti fossero contenti.

La Sardegna comunque non mancherà nel matrimonio di Moreno e Valentina: l’isola è diventata la meta del loro viaggio di nozze. «Certo non posso stare troppi giorni senza lavorare – ha detto Burattini – quindi alla sera qualche ora la devo dedicare a Zagor». –