Il virus in provincia falcia altre tre vite, tra le vittime l’avvocato Ermanno Bujani

L'avvocato Ermanno Bujani

Il legale di Pistoia era ricoverato da giorni al San Jacopo. Terzo decesso tra gli ospiti della casa di riposo San Domenico di Pescia

PISTOIA. L’epidemia di coronavirus ha colpito il mondo delle professioni pistoiese. Dopo diversi giorni di ricovero è morto ieri all’ospedale San Jacopo di Pistoia l’avvocato Ermanno Bujani, uno dei più noti legali della città e non solo. Avrebbe compiuto 81 anni il prossimo 24 aprile. Penalista tra i più noti ed apprezzati, Bujani aveva iniziato la professione nel 1965 ed era stato a lungo anche impegnato in politica, prima tra i Popolari e poi nel Pd, oltre che membro per anni del consiglio della Fondazione Caripit.

L’Ordine degli avvocati, in serata, ha pubblicato un breve ricordo. «L’avvocato Ermanno Bujani non ce l’ha fatta – si legge – è deceduto all’ospedale San Jacopo. L’Ordine degli avvocati ne ricorda le elevate doti morali e professionali ed è vicino ai colleghi Lisa e Umberto, alla moglie Paola ed a tutta la famiglia. Un uomo perbene, cittadino appassionato, avvocato valoroso. Ermanno è stato testimone di una avvocatura orgogliosa, consapevole del proprio ruolo di difensore strenuo del diritto e dei diritti al servizio della Giustizia. L’Avvocatura pistoiese perde uno dei suoi uomini migliori».

Ieri il coronavirus si è preso anche altre due vite. Non ce l’ha fatta Giorgio Giovannini, 82 anni, montecatinese ma da anni residente a Pescia come ospite della casa di riposo San Domenico. Da giorni l’anziano era ricoverato in gravi condizioni all’ospedale San Jacopo di Pistoia, dopo che gli esami avevano confermato la positività al coronavirus.

Giovannini è il terzo ospite della casa di riposo pesciatina vittima dell’epidemia. La sua camera, nella struttura, era vicina a quella occupata da Angelo Lo Presti, 88 anni, residente a Montecatini, morto l’altro ieri e da Tommaso Nanni, anch’egli 88 anni, il primo ad andarsene, venerdì scorso. Altri due ospiti sono ancora in isolamento nella struttura; tre operatori sono invece ad ora risultati positivi.

La terza vittima della giornata per il coronavirus è un’anziana donna di 99 anni, pistoiese, le cui generalità non sono state rese note. Il bollettino quotidiano della Regione di ieri, registrava invece il decesso della pistoiese Rosanna Petrucci, che era già stato reso noto ieri.

Complessivamente, quindi, rimangono tre i nuovi decessi di ieri per Covid-19, il che dimostra – se ce ne fosse bisogno – quanto la gravità dell’epidemia sia ancora forte. A Pescia la conta degli scomparsi è arrivata a 5, a Pistoia a 24. In forte crescita anche il numero dei nuovi ammalati in provincia di Pistoia, che sale dagli 8 dell’altro ieri ai 27 di ieri, di cui ben 17 in comune di Pistoia.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi