"La Leopolda non è un reato". Renzi critica i magistrati e avverte: "Accanto alle sardine ci vogliono i salmoni"

Matteo Renzi durante il suo intervento alla convention di Italia Viva a Pistoia in una serra della Vannucci Piante

Pistoia, l'ex premier critica l'inchiesta della Procura di Firenze su Open. "Una denuncia per sapere chi ha diffuso informazioni sul mio conto bancario". Dopo le vacanze di Natale un camper di Italia Viva girerà la Toscana: "Alle Regionali saremo in doppia cifra e faremo vincere il centrosinistra"

PISTOIA. "Non tocca ai magistrati stabilire cosa sia la Leopolda". E' per i magistrati che indagano sulla Fondazione Open il primo messaggio di Matteo Renzi, intervenuto a Pistoia stamani, domenica 1° dicembre, a una convention di Italia Viva che si è svolta in una serra dell'azienda vivaistica Vannucci Piante e a cui hanno partecipato circa 400 persone. Tra i presenti anche Maria Elena Boschi, Ettore Rosato e l'assessora regionale Stefania Saccardi. 

Sardine, Renzi: "Accanto a loro servono i salmoni controcorrente"

"Se qualcuno ha fatto reati giudicatelo - ha detto l'ex premier criticando l'inchiesta della procura - ma non potete considerare la Leopolda un reato perché la Leopolda è  politica. I politici rispettano la magistratura ma la magistratura deve rispettare l'autonomia della politica".

 "Vi diciamo noi cos'é la Leopolda - ha insistito Renzi -  è la più grande manifestazione politica degli ultimi dieci anni, di donne e uomini che credono nella politica e se la sono finanziata. Tutti i finanziamenti sono stati
fatti con bonifico, sono tutti tracciabili. Rivendichiamo la libertà di fare politica senza chiedere il permesso a qualcuno che deve giudicare, perché non è così in democrazia, non decidono i magistrati. Alla procura di Firenze chiedo di indagare, perché non ho niente da nascondere, ma anche io ho presentato una denuncia venerdì per sapere chi ha diffuso documenti relativi al mio conto corrente bancario e allora chiedo di indagare anche su quello".
 

Pistoia, Renzi alla convention di Italia Viva

 
Renzi ha poi commentato anche il grande successo della manifestazione delle Sardine ieri a Firenze:  "E' bellissimo vedere la piazza piena, a gridare 'noi non ci stiamo'. E' tutto bello, ottimo, bene. Ma accanto alle sardine servono anche i salmoni, quelli capaci di andare controcorrente, per raccontare la verità a questo Paese e per fare le cose, per sbloccare i miliardi che ci sono per fare le infrastrutture".
 
Passando a parlare della politica regionale e del suo nuovo partito, Renzi si è detto convinto che "alle Regionali in Toscana Italia Viva sarà a doppia cifra e sarà decisiva per la vittoria del centrosinistra". Per sostenere Italia Viva "abbiamo ricevuto contributi, raccolto 123.000 euro in un mese: vuol dire che la gente ci segue".
 
Renzi ha poi annunciato un nuovo camper-tour in Toscana: "Dopo le vacanze di Natale, partirà, come ai tempi delle vecchie primarie (del Pd, ndr), un camper che andrà in tutti i comuni della Toscana per fare campagna elettorale", "girerà la Toscana, casa per casa, comune per comune a spiegare che Italia Viva non si arrende di fronte alla paura".  Alle elezioni regionali 2020 - ha concluso -  "sarà il camper che farà la differenza".
 
L'arrivo di Maria Elena Boschi a Pistoia