Si sente male al Lago Nero, portato in salvo col toboga

L'escursionista colto da malore sta per essere caricato sull'ambulanza

Abetone, soccorso ad alta quota con ciaspole e sci da parte di vigili del fuoco e Guardia di finanza

ABETONE. È stata una lunga lotta contro la neve e contro l’oscurità, ma alla fine ce l’hanno fatta: hanno portato in salvo l’anziano escursionista colto da malore percorrendo con ciaspole e toboga l’insidioso sentiero fino a valle. L’allarme è stato dato dal 118 poco dopo le 14 di oggi, domenica 3 febbraio,  quando i vigili del fuoco del distaccamento di San Marcello sono stati chiamati ad intervenire al rifugio del Lago Nero, a 1.730 metri di altitudine, sotto l’Alpe delle Tre Potenze, nel comune di Abetone Cutigliano, per soccorrere una persona che accusava un malore.

I vigili del fuoco si avviano verso il rifugio con le ciaspole


Vista l’impossibilità di arrivare sul posto da parte dell’elisoccorso Pegaso a causa del maltempo, una squadra dei vigili del fuoco è partita da valle con le ciaspole ai piedi, mentre personale del Soccorso alpino della Guardia di Finanza ha raggiunto il rifugio da monte con gli sci.

I soccorritori si sono trovati circa a metà strada e hanno portato l’uomo – 70 anni – a forza di braccia, dopo averlo immobilizzato su un toboga, nel luogo di rendez-vous, dov’era in attesa un’ambulanza con il personale sanitario del 118. Sul posto, anche i volontari del Cai. —