Sì di Chianti Banca e Banca Alta Toscana ai nuovi statuti

PISTOIA. L’assemblea dei soci della Bcc Banca Alta Toscana, riunita alla Cattedrale ex Breda di Pistoia, ha approvato a maggioranza la modifica dello statuto (presenti, di persona o per delega, oltre 1.000 soci) che consente all’istituto di credito con sede a Vignole di Quarrata (e che nel 2012 si era fuso con la Banca di credito cooperativo della Montagna Pistoiese) di aderire al Gruppo bancario cooperativo Iccrea, una delle nuove holding scaturite dalla riforma del sistema delle banche di credito cooperativo. Lo stesso ha fatto l’assemblea dei soci di Chianti Banca, riunitasi in seduta straordinaria in tre distinte sedi: a Siena e, in videoconferenza, Firenze e Pistoia (sede della ex Banca di Pistoia). Per conseguenza del voto di ieri, entrambe saranno affiliate dunque al Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea, al quale, al pari di altre 141 consorelle, saranno legate da un contratto di coesione. . Banca Alta Toscana conta oltre 8.400 soci, 39.000 clienti, una raccolta di 1, 3 miliardi e impieghi per 892 milioni, ed ha un patrimonio netto che sfiora i 100 milioni di euro. «Siamo molto soddisfatti per questo traguardo storico che consente a Banca Alta Toscana di contribuire alla nascita di un grande gruppo bancario cooperativo», ha affermato il presidente Giancarlo Gori.

«La costituzione dei Gruppi Bancari Cooperativi – ha aggiunto il direttore generale di Banca Alta Toscana Elio Squillantini – rappresenta un modello unico nel panorama italiano ed europeo, che sarà chiamato ad operare in un nuovo contesto regolamentare e di mercato. Il 2019 vedrà quindi la nascita di una nuova importante realtà nel panorama del credito: il Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea, quarta Banca per dimensione a livello nazionale, porterà grandi benefici a soci e dei clienti, in termini di maggiore qualità di prodotti e servizi offerti nonché di maggiore sicurezza per depositanti e investitori, grazie a un patrimonio consolidato di 11 miliardi».


A Chianti Banca appena un astenuto su 3.359 voti espressi (1.674 presenti e 1.685 rappresentati per delega). «Una svolta storica per ChiantiBanca – ha affermato il presidente Cristiano Iacopozzi – l’adesione al Gruppo Iccrea ci permetterà di sostenere con ancor pi forza e capillarità lo sviluppo del territorio, preservando la storia e i valori che hanno contraddistinto la cooperazione». —