Parcheggiare all’ex Ceppo costerà un euro al giorno

Il parcheggio dell'ex ospedale del Ceppo, in via Matteotti (foto Gori)

Da aprile arriva la tariffa “viola”: dimezzati i costi della sosta nell’ex ospedale

PISTOIA. Dimezzati i costi per lasciare l’auto nel parcheggio dell’ex ospedale del Ceppo: il prezzo per la sosta scenderà da 2 a 1 euro per l’intera giornata (8, 30-20). La nuova tariffa “viola”, , dal lunedì al sabato, prevede infatti un costo di 0,50 centesimi dalle 8,30 alle 15 e 0,50 centesimi dalle 15 alle 20. Un taglio del 50% dei costi che si aggiunge a nuove formule di abbonamento a prezzi agevolati, per l’area di sosta strategica a servizio del centro storico: il mensile, da aprile, passa da un costo di 22 a 15 euro. Con il bilancio preventivo 2018 saranno inoltre introdotte due nuove tipologie di abbonamento per la sosta nell’ex ospedale: il semestrale da 70 euro e l’annuale da 120 euro.

Attraverso questi prezzi agevolati – che rientrano nella tariffa “viola” valida solo per il parcheggio del Ceppo – l’amministrazione comunale vuole dare un segnale per rendere più facilmente fruibile un’area di sosta importante che non è stata pienamente utilizzata, andando incontro anche alle esigenze di chi lavora in centro, attraverso un significativo abbattimento dei costi.


La proposta della giunta per l’area di sosta dell’ex ospedale, che nei prossimi giorni sarà al vaglio del Consiglio comunale in fase di discussione e approvazione del bilancio, si pone inoltre l’obiettivo di continuare a contrastare il fenomeno della sosta “selvaggia” in una zona in cui, nei mesi scorsi, l’amministrazione comunale ha già reso fruibile il parcheggio adiacente all’ufficio tecnico di via dei Macelli, aprendolo gratuitamente a disco orario (massimo 90 minuti) dalle 8, 30 alle 17, 30.

L’introduzione di nuove formule di abbonamenti – sempre in un’ottica di abbattimento dei costi per gli automobilisti – riguarda anche gli altri parcheggi della città a tariffa “marrone” come Cavallotti, Pertini e San Giorgio, per il cui utilizzo. A partire dal prossimo primo aprile ci sarà infatti la possibilità di attivare gli abbonamenti semestrali e annuali al costo di 110 euro e 200 euro, per dare una risposta alle esigenze di chi lavora in queste aree. Il mensile da 22 euro rimane invariato, così come restano invariati anche gli abbonamenti mensili da 16 euro per la fascia oraria ridotta 8,30-15 e quello agevolato da 10 euro per chi ha un abbonamento ferroviario. L’abbonamento “marrone” è valido anche per la sosta al Ceppo.

Dal primo aprile inoltre, la modalità di abbonamento per i parcheggi tornerà alla forma cartacea, che per praticità e convenienza sostituirà il sistema delle “macchinette” blu entrato in vigore nel 2016.

Niente cambierà, di fatto, nelle abitudini degli utenti, che potranno continuare a fare il proprio abbonamento nelle tabaccherie abilitate oppure utilizzando il sistema di pagamento (anche per la tariffa oraria) della App Phonzie.

La nuova tariffa “viola” giornaliera del parcheggio dell’ex ospedale scatterà dopo un necessario intervento di adeguamento tecnico sui parcometri presenti, e presumibilmente, anche questa, a partire dal mese di aprile.

«Le nuove tariffe e le agevolazioni previste per il parcheggio del Ceppo – si legge in una nota del Comune –, insieme all’abbattimento dei costi per Cavallotti, Pertini e San Giorgio, continuano a segnare il percorso già intrapreso dall’amministrazione comunale su altre tariffe, come quelle dei nidi e della Tari in montagna e collina, andando incontro alle esigenze dei cittadini e rendendo alcuni servizi più sostenibili». (g.b.)

©RIPRODUZIONE RISERVATA.