Rugby, gli Orsi tornano a Pistoia Ovest

Scelta la sede definitiva per la società biancorossa, addio al campo “Sussidiario” Turchi. Sfuma l’occasione Serie A femminile

TOIA. Dopo l'ufficializzazione del ritorno della Pistoiese al campo "sussidiario" Turchi, che nelle ultime stagioni sportive è stato appannaggio prima in coabitazione e poi in esclusiva del Rugby Pistoia, c'era da trovare una nuova casa agli "Orsi". Come deciso con il benestare dell'amministrazione comunale, la società di rugby torna a Pistoia Ovest, per la precisione al campo "A" in terra battuta. Una decisione divenuta oramai ufficiale e che consente alla società biancorossa di programmare il futuro. E di evitare, come è successo, che a causa di lungaggini sull'accordo per la nuova sistemazione,si sia persa l’occasione di portare a Pistoia la Serie A di rugby femminile.

«Voltiamo pagina dopo gli anni al Turchi - dice il presidente del Rugby Pistoia, Raffaello Caciagli - avendo pianificato da capo tutti gli spazi con il Comune e l'Us Pistoiese che ringrazio per la disponibilità ed il dialogo sempre dimostrati: ci tengo a precisarlo, perché è successo troppe volte che alcune persone volessero metterci contro in tutti i modi, anche quando, fra noi e Pistoiese c'era la volontà di trovare una soluzione condivisa.

«Andiamo a Pistoia Ovest dove abbiamo spogliatoi regolamentari e gli spazi per il terzo tempo sono molto ampi. A pieno regime ci potrà essere un campo per le partite ed uno più piccolo per gli allenamenti: per la stagione 2017/18 condivideremo gli spazi con alcune squadre del settore giovanile della Pistoiese, dall'anno prossimo l'auspicio è che quello diventi il campo del rugby. Anche perché, avendolo in esclusiva e dato in gestione ad una società di rugby, si potrà attingere a fondi federali per attuare alcune migliorie».

Al momento la nuova amministrazione di centrodestra della città ha stanziato 30.000 euro per risistemare, quanto possibile, il campo di gioco tanto che già in questi giorni gli operai sono al lavoro con la speranza, in un futuro abbastanza prossimo, di poter avere investimenti più consistenti su tutta l'area come la realizzazione di una tribuna, al momento mancante.

Rimane il rammarico della Serie A in rosa sfuggita. «C'era la possibilità di fare un accordo per avere una franchigia di Serie A femminile - conferma Caciagli - ma c'era la necessità dell'iscrizione al campionato a fine giugno e bisognava indicare obbligatoriamente un campo che non avevamo: alla fine ha preso il tutto il Puma Bisenzio con accordo triennale. La speranza è di riprovarci più avanti ma avevamo davvero le mani legate».

In vista della prossima stagione, le novità di maggior rilievo a livello agonistico per il Rugby Pistoia riguardano lo storico mister, David Guerzoni, che sarà il responsabile tecnico del settore giovanile mentre l'allenatore della prima squadra è ancora da definire. Prima squadra che affronterà il campionato di C Regionale, che inizierà ad ottobre. Il settore giovanile, con Under12, 14 e 16 porterà il nome del Rugby Valdinievole con sede a Uzzano per «mandare avanti la sinergia che abbiamo con Rossella Impallazzo e la sua società, visto che oramai siamo tutti sotto un unico tetto».

Saverio Melegari