Avis Quarrata in controtendenza: donazioni aumentate

QUARRATA. Quando si parla di radicamento sul territorio, Avis Quarrata sa di cosa si parla. L’associazione volontari di sangue della città del mobile ha da poco rinnovato il proprio consiglio...

QUARRATA. Quando si parla di radicamento sul territorio, Avis Quarrata sa di cosa si parla. L’associazione volontari di sangue della città del mobile ha da poco rinnovato il proprio consiglio direttivo, confermando alla guida Paolo Fabbri, già presidente di Avis Pistoia Provinciale.
In vista dell’annuale festa sociale, che si terrà l’ultimo weekend di maggio (28 e 29) al Polo Tecnologico, sono i numeri dell’associazione quarratina a colpire positivamente, soprattutto se rapportati a una situazione generale molto critica per quanto riguarda il numero di donazioni: nel centro di raccolta di via Bocca di Gora e Tinaia, infatti, in tutto il 2016 sono state effettuate 1.725 donazioni (1.216 di sangue, 509 di plasma).
A livello locale, il numero di donazioni, rispetto all’anno precedente, è aumentato (+1,1% sul 2015): un dato che assume una grande importanza se paragonato a ciò che succede a livello regionale e dell’Asl Centro di appartenenza, dove al contrario si registra una diminuzione di donazioni.
Avis Quarrata nel suo piccolo quindi è una sorta di isola felice. Lo è soprattutto grazie alla capillarità sul territorio, evidenziato da un dato in particolare: le 1.725 donazioni del 2016 sono state effettuate da 793 donatori su un potenziale di 947 soci donatori. Ovvero il 58 per mille degli abitanti del comune di Quarrata che sono in età donazionale, persone cioè in grado di donare in quanto con un’età compresa tra 18 anni (limite minimo per donare) e 65 anni (limite massimo).
Forte radicamento e crescita continua, anche dal punto di vista dei nuovi donatori: nel 2016 sono state 86 le persone che si sono avvicinate, per la prima volta, ad Avis Quarrata. Tra queste ben 59 hanno meno di 40 anni.
Una solida base dal quale partire per il nuovo consiglio direttivo di Avis Quarrata che resterà in carica fino al 2020: oltre alla conferma del presidente Paolo Fabbri, l’assemblea dell’associazione quarratina ha eletto Francesco Agati come vice presidente vicario, Silvia Drovandi come vice presidente, Valentina Altobelli come segretario e Daniela Risaliti come tesoriere. Anche il dottor Atos Capecchi resta direttore sanitario per la formazione dei ragazzi delle scuole medie.
Questo il quadro completo del nuovo consiglio di Avis Quarrata: Francesco Agati, Valentina Altobelli, Marcello Balli, Giuseppe Barbarani, Marco Campominosi, Simone Capannini, Silvia Drovandi, Paolo Fabbri, Luca Giuntini, Lorella Palloni, Daniela Risaliti, Jacopo Sandri, Sabina Zucconi.