Il parcheggio si paga con lo smartphone

Da oggi è possibile pagare il parcheggio attraverso una app

Pistoia, il nuovo servizio scaricando la app "Phonzie" su cellulare o tablet entrerà in funzione lunedì 10 aprile. Ecco come funziona

PISTOIA. Da domani, lunedì 10 aprile,  sarà possibile pagare (ma anche prolungare o interrompere) la sosta in tutti i parcheggi cittadini direttamente dallo smartphone o tablet tramite l’app “Phonzie”. Il Comune di Pistoia ha affidato infatti il servizio di pagamento per la sosta, attraverso questa nuova modalità, all’azienda Lenis srl di Firenze, che ha ideato la app “Phonzie”.

Grazie a quest’ultima la sosta non sarà più semplicemente un tagliando da pagare ma diverrà un servizio da gestire - da cellulare o tablet - dimenticando parchimetri, monetine e tagliandi pagati per intero ma utilizzati solo parzialmente. Per usufruire del servizio sarà sufficiente scaricare l’applicazione gratuita Phonzie e segnalare che la si sta usando, apponendo sul cruscotto l’apposito cartellino scaricabile online.

L’applicazione Phonzie è compatibile con tutti i sistemi operativi smartphone. Una volta scaricata, è facile iscriversi e ricaricare il proprio borsellino virtuale tramite i più diffusi metodi di pagamento (carta di credito, carta prepagata, Paypal). Quindi, una volta raggiunto il parcheggio, il gps del telefono proporrà automaticamente l’area tariffaria nella quale ci si trova ed inseriti targa del veicolo ed arco orario desiderato, sarà facile acquistare la sosta con un click.

Nel caso si possa tornare alla vettura in anticipo, Phonzie permette di interrompere la sosta, in modo da ricevere in addebito solo i minuti realmente utilizzati, risparmiando sulla spesa. Qualora invece si desideri raggiungere la vettura più tardi del previsto, sarà altrettanto semplice prolungare la sosta direttamente dal proprio smartphone.

«Il pagamento della sosta tramite app – sottolinea l’assessore Daniela Belliti – farà risparmiare ai cittadini tempo e denaro. Presto sarà possibile pagare anche con bancomat e carte di credito».

Da domani sarà possibile pagare (ma anche prolungare o interrompere) la sosta in tutti i parcheggi cittadini direttamente dallo smartphone o tablet tramite l’app “Phonzie”. Il Comune di Pistoia ha affidato infatti il servizio di pagamento per la sosta, attraverso questa nuova modalità, all’azienda Lenis srl di Firenze, che ha ideato la app “Phonzie”.

Grazie a quest’ultima la sosta non sarà più semplicemente un tagliando da pagare ma diverrà un servizio da gestire - da cellulare o tablet - dimenticando parchimetri, monetine e tagliandi pagati per intero ma utilizzati solo parzialmente. Per usufruire del servizio sarà sufficiente scaricare l’applicazione gratuita Phonzie e segnalare che la si sta usando, apponendo sul cruscotto l’apposito cartellino scaricabile online.

L’applicazione Phonzie è compatibile con tutti i sistemi operativi smartphone. Una volta scaricata, è facile iscriversi e ricaricare il proprio borsellino virtuale tramite i più diffusi metodi di pagamento (carta di credito, carta prepagata, Paypal). Quindi, una volta raggiunto il parcheggio, il gps del telefono proporrà automaticamente l’area tariffaria nella quale ci si trova ed inseriti targa del veicolo ed arco orario desiderato, sarà facile acquistare la sosta con un click.

Nel caso si possa tornare alla vettura in anticipo, Phonzie permette di interrompere la sosta, in modo da ricevere in addebito solo i minuti realmente utilizzati, risparmiando sulla spesa. Qualora invece si desideri raggiungere la vettura più tardi del previsto, sarà altrettanto semplice prolungare la sosta direttamente dal proprio smartphone.

«Il pagamento della sosta tramite app – sottolinea l’assessore Daniela Belliti – farà risparmiare ai cittadini tempo e denaro. Presto sarà possibile pagare anche con bancomat e carte di credito».