La Consob: AnsaldoBreda sopravvalutata da Hitachi e Finmeccanica

“Accordo collusivo” per abbassare il valore di Ansaldo Sts. E ora si rifanno i conti dell’Opa

PISTOIA. L’acquisto di AnsaldoBreda rischia di costare particolarmente caro a Hitachi Rail. La Consob ha accertato "l'esistenza di una collusione fra Hitachi e Finmeccanica" nell'ambito degli accordi che hanno riguardato la cessione del 40% di Ansaldo Sts al gruppo giapponese.Secondo l'authority di Borsa, la holding italiana e il colosso giapponese si sarebbero messi d’accordo per sopravvalutare il valore del gruppo ferroviario pistoiese-napoletano e – parallelamente – sottovalutare quello di Ansaldo Sts. In questo modo il valore riconosciuto all’azienda di segnalamento sarebbe stato artificialmente abbassato, con conseguenze positive per Hitachi nel momento in cui ha lanciato l’offerta pubblica di acquisto per il 60% delle azioni in mano ai risparmiatori, e con conseguenze negative per questi ultimi che si vedono offrire troppo poco per le loro azioni.

In effetti il prezzo di 30 milioni di euro per un gruppo come AnsaldoBreda, che da anni chiude i bilanci in rosso, aveva sollevato diverse perplessità. Complessivamente Hitachi aveva sborsato 791 milioni per le due aziende. Ora Consob afferma che Hitachi ha pagato AnsaldoBreda 32 milioni di troppo. In altre parole, il valore corretto del gruppo ferroviario pistoiese napoletano sarebbe stato addirittura negativo: - 2 milioni di euro.

Ma la sopravvalutazione, secondo la Consob, nasconderebbe in realtà “una componente di prezzo aggiuntiva rispetto al prezzo concordato per l'acquisto della quota in Ansaldo Sts”. Questa componente di prezzo ora la Consob chiede che venga riconosciuta a tutti i piccoli azionisti: e visto che 32 milioni di euro diviso per il numero di azioni Ansaldo Sts oggetto del trasferimento (80.131.081 azioni), equivale ad un maggior valore per azione pari a euro 0,399, il corrispettivo finale è stato rettificato in aumento a 9,899 euro ad azione. Inoltre il termine di scadenza dell'Opa in corso è stato prorogato al 19 febbraio 2016.