Hitachi, 29 treni per l’Inghilterra

Commessa da mezzo miliardo di euro, i convogli della flotta At 300 saranno realizzati in via Ciliegiole

PISTOIA. Dicembre, tempo di nuovi contratti per Hitachi Rail Italia. Dopo il contratto da 190 milioni di euro con Trenitalia, a inizio mese, per la fornitura di 112 carrozze doppio piano intermedie e 24 semipilota, ecco ieri dall’ufficio stampa del colosso giapponese la notizia che sarà prodotta nello stabilimento pistoiese di Hitachi Rail Italia, in via Ciliegiole, una nuova flotta di treni At300.

Committente, la società di gestione del trasporto ferroviario del Regno Unito, valore della commessa: 500 milioni di euro.

Hitachi ha stipulato a luglio un accordo per la fornitura e la manutenzione di 29 nuovissimi treni At300 per il franchise Great Western Rail, che gestisce i treni tra Londra Paddington e le città di Plymouth e Penzance, a ovest del Paese. La flotta è composta da treni bimodali (7 a nove carrozze e 22 a cinque carrozze), e consentirà un utilizzo flessibile, incluse le formazioni a 10 carrozze (due treni accoppiati a cinque carrozze) per il servizio completo da e per Londra.

Maurizio Manfellotto, Ceo di Hitachi Rail Italy afferma: «Siamo lieti di essere stati selezionati per la produzione di questa flotta di nuovi prestigiosi treni, che porterà nuovi livelli di velocità ed esperienza ai passeggeri che viaggiano tra Londra e l’Ovest dell’Inghilterra.

«Una squadra della Great Western Railway - prosegue Manfellotto - ha recentemente visitato gli impianti di produzione pistoiesi ed è rimasta colpita dalla qualità di progettazione e produzione del nostro sito. Siamo estremamente entusiasti di questa e delle future opportunità che siamo ora in grado di creare per i nostri lavoratori in Italia in seguito all’acquisizione di AnsaldoBreda da parte di Hitachi».

Mark Hopwood, managing director della GWR, ha detto: «I treni At300 sono una pietra miliare della nostra strategia per offrire la versione più moderna di una generazione sulla rete Great Western, fornendo più posti a sedere, servizi più veloci e più frequenti ai nostri clienti tra Londra e il Sud-Ovest.

Hitachi Rail Italia ha un fantastico pedegree nella costruzione e fornitura di treni ad alta velocità di livello mondiale in linea con i tempi e con il budget, e siamo lieti di lavorare con loro su questo progetto».

«C’è soddisfazione per il risultato ottenuto - commenta Jury Citera, segretario provinciale della Fim Cisl - Adesso deve essere affrontato il rafforzamento della progettazione, in modo da poter partecipare in maniera competitiva alle prossime gare che Hitachi ha in programma a partire da quella di Londra.

Adesso - è l’auspicio di Citera - serve dare stabilità agli interinali e alle ditte dell'indotto... Pistoia ha bisogno di lavoro e di certezze».

©RIPRODUZIONE RISERVATA