Raffica di multe con il targa system

In tre ore controllati 1.057 autoveicoli. Scoperte 21 auto senza revisione e 4 sprovviste di assicurazione, sanzioni da 900 euro e sequestri

QUARRATA. Multe a raffica con il targa system noleggiato dalla Polizia municipale di Quarrata. Tra le 1.057 macchine controllate in sole tre ore, ventuno sono risultate senza revisione e quattro sprovviste di assicurazione. Questo il bilancio delle verifiche effettuate martedì scorso sulla Statale, zona Casini, con la nuova apparecchiatura che individua i trasgressori attraverso la semplice lettura della targa.

«Da settembre – annuncia il comandante della Polizia municipale, Marco Bai – noleggeremo il sistema una volta alla settimana». All’apparecchio telematico non sfugge neppure una vettura. Gli ultimi risultati resi noti dal corpo quarratino non lasciano dubbi: ogni sessanta minuti sono state individuate sette macchine non in regola con la revisione. I vigili avevano già sperimentato il targa system lo scorso marzo, quando su 1350 macchine in transito, sempre lungo la Statale, undici risultarono senza assicurazione e ben 36 da revisionare. Nelle sei ore di verifiche effettuate complessivamente a marzo e a luglio dunque, il bilancio sulle mancate coperture assicurative è già di quindici mezzi, a fronte di una media annua di ottanta vetture beccate attraverso i vecchi sistemi di controllo, ovvero il blocco diretto della macchina in transito oppure la verifica delle auto parcheggiate. Visto che nei prossimi mesi sarà dato l’addio al tagliando della polizza assicurativa da esporre sul parabrezza, il corpo quarratino già dalla primavera scorsa ha deciso di “allenarsi” con il nuovo sistema. Per adesso il noleggio dell’apparecchiatura è saltuario, ma da settembre non sarà più così.

«Martedì scorso – spiega il comandante Bai – avevamo due pattuglie in servizio sulla Statale e i risultati, in sole tre ore di servizio, sono stati sorprendenti». La macchinetta, collegata con la motorizzazione e con l’Ania, permette di sapere praticamente all’istante se il veicolo è assicurato e revisionato.

La prima pattuglia utilizza il sistema, mentre la seconda, posizionata poche centinaia di metri dopo, ferma i presunti trasgressori. Visti i risultati della sperimentazione, si preannuncia un autunno di multe per i proprietari di macchine non in regola con la polizza Rc auto e con la necessaria revisione del mezzo. Per chi viene pizzicato senza assicurazione, spiega Bai, oltre alla sanzione che sfiora i 900 euro, scatta il sequestro della vettura. «Nell’altro caso è prevista la multa e l’obbligo di revisione».