«Non era un nostro tesserato» Sede presidiata dalla polizia

Lorenzo Berti