Trovati undici positivi tra i migranti di Vicofaro e trasferiti a Montecatini

Un albergo sanitario della città termale ha accolto i malati. Intanto nella parrocchia di don Biancalani cresce la tensione

PISTOIA. Positivi al coronavirus undici ospiti della struttura di accoglienza per migranti della parrocchia di Vicofaro. Questi sono stati subito spostati a Montecatini, in un albergo sanitario del centro della città termale. I due medici e due infermieri dell'Usca hanno concluso lo screening tutte e 120 le persone attualmente presenti nel centro.

Anche alle persone risultate negative la Asl ha proposto un periodo di quarantena in un albergo sanitario, ma i migranti ospiti di Vicofaro hanno rifiutato lo spostamento. C'è stato anche qualche momento di tensione tra migranti, sanitari e forze dell'ordine. Don Massimo Biancalani, che stava trascorrendo un periodo di quarantena nella sua casa di Ferruccia, ha ottenuto il responso del tampone ed è risultato negativo. Grazie ad un permesso speciale, ha ottenuto di poter tornare nella sua parrocchia, dove ha potuto incontrare i giovani ospiti. La sua richiesta è che almeno una ventina di loro possa rimanere in parrocchia.

La guida allo shopping del Gruppo Gedi