Contenuto riservato agli abbonati

Mercato e strutture sportive: più di tre milioni ogni mese per accendere i sogni del Pisa

In un anno il magnate Knaster ne ha già versati oltre 37,5 nella Ak Calcio Holdings Limited che controlla la società 

PISA. Più di 3 milioni di euro al mese. O, per la precisione 3.125.208,83. Tanto sta costando il Pisa ad Alexander Knaster, il magnate dei due mondi (nato a Mosca ma oggi della doppia nazionalità britannica e statunitense).

L’acquisto del 75% delle azioni del Pisa, infatti, ha appena tagliato il traguardo del primo anniversario (l’annunciò arrivo alle 21 del 20 gennaio 2021) e ora, da Malta, è disponibile anche il resoconto annuale della Ak Calcio Holdings Limited, la società fondata da Knaster, e interamente controllata da Knaster, proprio per l’acquisto prima e la gestione poi del Pisa Sporting Club. Una società con massimo capitale fissato a 50 milioni di euro (ma, ovviamente, ad aumentarlo si fa sempre in tempo) e di cui alla data del 21 dicembre scorso risulta versata la somma di 37.502.500 euro.


E proprio a Knaster appartengono tutti questi euro che, messi uno sopra l’altro, formano una montagna degna del deposito di Scrooge McDuck, ovvero Paperon de Paperoni. Spalmato il totale sul periodo vissuto al timone dal patron, ecco che la spesa mensile sostenuta dall’imprenditore-finanziare supera i 3 milioni. O i 102mila euro al giorno.

Tanta roba (da qualsiasi punto di vista la si guardi), insomma. Abbastanza da trasformare subito il Pisa in una squadra in grado di giocarsi il traguardo più importante, l grande sogno. Dei 37,5 milioni (e spiccioli) investiti da Knaster nel progetto nerazzurro, infatti, una discreta parte sono serviti ai Corrado e Chiellini per il rafforzamento della squadra (con operazioni di mercato rilevanti come gli acquisti di Lucca e Cohen) ma una consistente è e sarà riservata anche alle strutture. Col centro sportivo che prende forma (terreni già acquistati, lavori ormai al via) e lo stadio nel mirino. Spendendo più di 3 milioni al mese, insomma, Knaster sta facendo grande il Pisa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA