Pisa, falsa ripartenza: il Frosinone passa all'Arena

Nerazzurri avanti con Marsura a fine primo tempo ma nella ripresa Zerbin (doppietta) e Novakovich sanciscono la prima sconfitta interna della stagione

PISA.Il nuovo anno comincia con la prima sconfitta casalinga dei nerazzurri in questa stagione. Il Frosinone gioca meglio e vince meritatamente per 3-1 nonostante un rigore sbagliato in avvio e la rete di Marsura che aveva illuso tutti a fine primo tempo. La doppietta di Zerbin e il gol di Novakovich sono le prime tre reti subite in una partita dal Pisa in questa stagione. Pisa sempre primo ma con un solo punto di vantaggio sul Brescia al termine del girone d'andata. Per la prima sfida del 2022

D'Angelo presenta un Pisa inedito con Siega per la prima volta titolare dal primo minuto e fa il trequartista alle spalle di Masucci, confermato al centro dell'attacco per la terza gara di fila, con la novità Marsura in appoggio. Mastinu va a fare la mezzala sinistra con Marin in cabina di regia al posto di Nagy che parte dalla panchina. Dei 25 convocati vanno in tribuna Lucca, che si è allenato in gruppo solo negli ultimi giorni, e Quaini che è sul mercato e potrebbe passare al Pordenone. Il Frosinone parte molto forte e, dopo alcuni brividi in area nerazzurra, al 10' conquista un rigore con Garritano che viene messo giù da Leverbe appena dentro l'area di rigore. Nicolas però è bravo a buttarsi sulla sinistra e respingere il tiro dello specialista Ciano. Sventato il pericolo il Pisa continua a soffrire il forcing del Frosinone che spinge soprattutto dalla parte di Hermannsson. Il Pisa chiede un rigore per un tocco di mano di Lulic ma Cosso lascia correre e poi ammonisce Leverbe per un fallo su Canotto. Al 22' ancora peroicoloso il Frosinone con un cross di Ciano da sinistra per Zampano che calcia al volo ma trova solo l'esterno della rete. Lo stesso Zampano è il più pericoloso a sinistra e impegna Nicolas al 33' in una parata sul primo palo. Subito dopo il Pisa crea il primo vero pericolo con un tiro a giro di Marsura con la deviazione di Gatti che per poco non beffa Ravaglia con palla di poco alta sopra la traversa. Se il Frosinone fa qualcosa in più il Pisa però, in questa circostanza, dimostra di non essere primo per caso e colpisce proprio allo scadere della prima frazione con un'azione da manuale: Masucci scambia con Siega e poi lancia in area Marsura che lascia scorrere la palla e batte Ravaglia di sinistra portando in vantaggio il Pisa. Per Marsura è il secondo gol in campionato dopo quello al Perugia. Meriti grandi anche per Masucci, ancora in versione assist man, che nell'unico minuto di recupero fa ammonire Cotali.

Dopo l'intervallo D'Angelo lascia negli spogliatoi Siega e inserisce Gucher. Il Frosinone però pareggia subito con un bel tiro a girare di Zerbin servito da Ricci, con il Pisa che lamenta una trettenuta sui Marsura in avvio dell'azione. Il Pisa non subiva gol in assoluto proprio dalla gara casalinga con il Perugia del 30 novembre scorso. La gara resta vibrante e anche spigolosa con l'arbitro Cosso che non sempre riesce a tenerla in pugno in particolare quando non fischia un fallo sulla fascia ai danni di Birindelli, entrato da poco al posto di un Hermannsson andato in grande difficoltà con Zerbin. Non solo in occasione del gol. Al 20' Nicolas si allunga per alzare sopra la traversa un tiro da fuori di Ciano. Poco dopo Nicolas è ancora determinante sul colpo di testa ravvicinato del nuovo entrato Novakovich. D'Angelo prova a vincerla inserendo Cohen e Sibilli per Masucci e Mastinu ma poco dopo subisce il sorpasso del Frosinone: solito cross di Zampano da sinistra per lo scatenato Zerbin che stavolta segna grazie alla deviazione decisiva di Birindelli. Il Pisa prova a reagire ma Leverbe conferma la sua giornata nera con un controllo errato sulla trequarti che spiana la strada a Novakovich che aggira Nicolas e segna il 3-1 dopo che in precedenza si era visto annullare un gol di testa.

PISA-FROSINONE 1-3

Pisa ( 4-3-1-2): Nicolas; Hermannsson ( 17' st Birindelli), Leverbe, Caracciolo, Beruatto ( 41' st Berra); Touré, Marin, Mastinu ( 24' st Sibilli); Siega (1'st Gucher); Marsura, Masucci ( 24' st Cohen). In panchina: Livieri, Dekic; Berra, Nagy, Di Quinzio, Cisco, De Vitis, Piccinini. Allenatore: D'Angelo.

Frosinone(4-3-3): Ravaglia; Zampano , Gatti, Szyminski, Cotali; Lulic, Ricci ( 32' st Maiello), Garritano ( 32' st Boloca); Canotto ( 18' st Novakovich), Ciano ( 32' st Ciderelli), Zerbin ( 43' st Tribuzi). In panchina: Palmisani, Minelli, Kalaj, Maiello, Haoudi, Cicerelli, Tribuzi, Boloca, Barisic, Manzari, Casasola. Allenatore: Grosso.

 Arbitro: Cosso di Reggio Calabria.

Reti: 45' pt Marsura; 1' e 26' st Zerbin, 40' Novakovich.

Note. Spettatori 3.047. Al 11' pt Nicolas para un rigore a Ciano. Ammoniti: Leverbe, Gatti, Cotali, Zampano, Beruatto, Szyminski, Zerbin. Angoli: 3-8. Recupero: 1' e 4'.