Il Pisa è grande e passa a Como

Un'azione dei nerazzurri a Como (foto agenzia Massimo Sestini)

Ottima prova e successo meritato per i nerazzurri di D'Angelo, decide un'autorete in avvio

COMO. Tre punti con vista lago per un grande Pisa vince anche a Como per 1-0 capitalizzando l'autorete di Bertoncini arrivata in avvio. Successo meritato nonostante qualche sofferenza nel finale.

Il Pisa deve fare a meno dello squalificato Birindelli con mister Luca D'Angelo che riporta Hermannsson a destra e cambia qualcosa dal centrocampo in avanti rispetto alla formazione di partenza che ha pareggiato con il Perugia. Mastinu mezzala al posto di Marin, partito dalla panchina, Gucher trequartista e Cohen al fianco di Lucca. dall'altra parte il tecnico Giacomo Gattuso ridisegna il Como a fronte delle tante assenze, ultima in ordine di tempo quella del terzino Ioannou, accantonando per la prima volta il classico 4-4-2 per puntare su un 3-4-1-2 con Parigini alle spalle delle punte La Gumina e Cerri, al rientro dalla squalifica.

Al 2' ci prova La Gumina con un tiro al volo da fuori ma la palla finisce nel settore dove si trovano i 400 tifosi pisani. Il Pisa colpisce al 6': bella azione di Beruatto a sinistra che impegna Facchin alla respinta, riprende Nagy pronto ad allargare per Mastinu che mette al centro e trova la deviazione di Scaglia che mette alle spalle del proprio portiere. La reazione del Como è immediata ma La Gumina mette alto di testa da ottima posizione sul cross di Parigini dalla destra. Il vantaggio però mette il Pisa nelle condizioni di essere padrone del campo nel primo tempo. Arrigoni e Bellemo finiscono nella gabbia di Touré e Mastinu che è un autentico ruba palloni ed è sempre pronto ad alimentare la manovra soprattutto sulla sinistra dove Beruatto è a tratti devastante. Al 13' lancio di Leverbe proprio per Beruatto che entra in area e serve Cohen che però trova la schiena di un difensore. Al 21' si rivede il Como con una sponda di Cerri per La Gumina che calcia debolmente e Nicolas non ha problemi a bloccare il tiro ravvicinato. Il Pisa dopo una buona manovra collettiva va al tiro con Cohen che calcia non lontano dal palo di destra. Alla mezz'ora si vede fa vedere ancora La Gumina che stavolta è egoista, ignorando i compagni in area, e calcia alto dal limite. Grande chance per il Pisa al 33' quando Mastinu ruba palla a centrocampo, avanza e serve Gucher, favorito da una finta di Lucca, ma Facchin si salva in angolo. Dal corner seguente calciato dall'austriaco la palla arriva sulla testa di Touré che sfiora il palo. Poco dopo Nicolas si salva due volte su La Gumina, servito da Parigini, e Cerri con un'uscita provvidenziale. Il Como preme e al 43', dopo una palla persa da Nagy, la chiusura di Beruatto su Vignali è provvidenziale.

Nella ripresa il Como parte con determinazione. Cerri è subito intraprendente con un paio di finte su Leverbe in area, colpo di tacco smarcante per Parigini ma Nicolas è attento e blocca a terra. Al 12' D'Angelo cambia cvolto all'attacco. Fuori Lucca e Cohen, entrambi sotto tono, dentro Masucci e Sibilli. Proprio i due nuovi entrati scambiano bene in area e Sibilli mette Gucher in condizione di calciare a rete ma il capitano scivola e Facchin blocca. Anche Gattuso cambia il Como inserendo Gliozzi e Gabrielloni per Vignali e La Gumina passando al tridente in attacco. Al 64' Sibilli serve Masucci in area ma il tiro è alto e poco dopo calcia a lato da lontano ignorando il compagno. Il Como ci prova con Iovine, servito da Gliozzi, ma Nicolas blocca senza affanno. Entra anche Marin al posto di Touré. Tatticamente non cambia niente. A un quarto d'ora dalla fine Doveri estrae il primo giallo di tutta la partita per Beruatto. Nel recupero saranno ammoniti anche Solini e Masucci. Al 77' la gara si infiamma: prima Gucher coglie una clamorosa traversa poi Nicolas si esalta su un colpo di testa di Cerri, su cross di Parigini, ma l'attaccante è in fuorigioco. Triplo cambio per il Como con l'ex Pisa Gatto, Kabashi e Bovolon al posto di Perugini, Arrigoni e Perugini, tra i migliori, per tentare il forcing finale. Nel Pisa entra Di Quinzio, al posto di un ottimo Gucher, e chiude subito provvidenzialmente su Cerri che perde l'attimo tutto solo in area. Cinque minuti di recupero palpitanti. Gabrielloni sfiora il pari in mischia ma il Pisa resiste e porta a casa tre punti meritati nonostante qualche tentativo del Como che portava in attacco anche Facchin.

Festa grande per i tifosi nerazzurri che continuano a sognare dopo la quarta vittoria in trasferta.

***

Como-Pisa 0-1

Como(3-4-1-2): Facchin; Scaglia, Bertoncini (37' st Bovolon), Solini; Vignali ( 15' st Gliozzi), Bellemo, Arrigoni ( 37' st Kabashi) , Iovine ; Parigini ( 37' st Gatto); Cerri, La Gumina ( 15' st Gabrielloni). A disp. : Bolchini, Zanotti; Luvumbo, Peli, Toninelli. All. Gattuso

Pisa(4-3-1-2): Nicolas; Hermannsson, Leverbe, Caracciolo, Beruatto; Touré ( 24' st Marin), Nagy, Mastinu; Gucher ( 37' st Di Quinzio); Lucca ( 12' st Masucci), Cohen ( 12' st Sibilli). A disp.: Livieri, Dekic; Berra, Quaini, Cisco, Piccinini, Marsura. All.: D'Angelo.

Arbitro: Doveri di Roma 1.

Rete: 6' pt autorete Scaglia.

Note. Spettatori: 2.540 per un incasso di 44.278 euro. Ammoniti: Beruatto, Solini, Masucci. Angoli:3-7. Recupero:0