Il Pisa si gode Sibilli, il bomber-lampo che segna solo gol pesanti

La rete segnata al Brescia pochi minuti dopo il suo ingresso non è un caso isolato. I numeri dell'attaccante che dà soluzioni alla coppia Lucca-Cohen

PISA. Se capita una volta è un caso, alla seconda una curiosa coincidenza ma tre indizi fanno una prova: Giuseppe Sibilli è il bomber-lampo del Pisa 2021/22.

Lo dice la terza segnatura realizzata pochi minuti dopo essere sceso in campo, decisiva per il successo a Brescia e di splendida fattura. L'attaccante partenopeo è il piacevole intruso nella coppia d'attacco più attesa Lucca-Cohen, che in Lombardia si era ricongiunta dal 1'. Non è una novità che l'acquisto a parametro zero di due estati fa rubi la scena ai due arrivi più celebrati e costosi dell'ultima sessione di mercato. Allo stadio Rigamonti il numero 17 nerazzurro ha siglato il gol-partita 2 minuti dopo essere subentrato a Cohen. Il record assoluto, difficilmente superabile, è stato raggiunto da titolare già alla prima giornata di campionato, anzi al primo minuto del torneo, con la staffilata che ha piegato la Spal. Contro il Monza l'ex Albinoleffe se l'è presa leggermente più comoda, siglando dopo 7 giri di lancetta.


Viene da lontano l'abilità di timbrare il tabellino subito dopo l'ingresso, dall'inizio o in corso d'opera. Nella scorsa annata l'attaccante partenopeo completò il tris a Lecce (0-3) al 23' della ripresa, al secondo minuto trascorso nel rettangolo di gioco. In Coppa Italia il primo dei due colpi alla Juve Stabia fu inferto al 7'. Andando indietro negli anni, nel 2016/17, con la casacca della Sicula Leonzio, sbloccò il risultato di un match con l'Aversa Normanna al 3'. A Cava dei Tirreni esultò al 10'. Nel 2018/19, coi colori dell'Albinoleffe, Sibilli in 6' perforò il Monza. Nella medesima annata già al 2' instradò verso il trionfo la gara esterna con la Virtus Verona. Nel 2019/20 un gol solo leggermente più lento, al 12', sul campo della Giana Erminio. Con l'Alessandria, 10' dopo essere subentrato, avviò la rimonta lombarda sui piemontesi.

Aaspetto è da sottolineare: tutti i gol-lampo di Sibilli hanno propiziato o arrotondato successi di squadra. E nel Pisa sono state tutte reti pesanti, a formazioni blasonate della categoria, come Lecce, Spal, Monza e Brescia. Con Sibilli in campo lo Sporting Club pensa sempre in grande: il suo primo centro rossocrociato fruttò la prima vittoria della scorsa annata, a Reggio Calabria, allora in zona recupero dopo aver disputato oltre 20'. Il suo ritorno, trascorse due gare in panchina, fece poi partire la risalita dei nerazzurri con l'Ascoli. Quando a gennaio l'attaccante si infortunò, il Pisa era a 5 punti dai playoff con una gara da recuperare. Nella nuova stagione il definitivo lancio di Sibilli è stata una delle componenti decisive per proiettare il team di D'Angelo in vetta.

E ora ritrova Alvini, suo vecchio maestro e mentore all’Albinoleffe.