La quarta meraviglia del Pisa

I nerazzurri sbancano anche Vicenza: 3-1 in rimonta e il primato ora diventa solitario. A segno Touré, Birindelli e Mastinu con un gioiello

VICENZA. La quarta meraviglia del Pisa si materializza al Menti di Vicenza. I nerazzurri vincono, vincono ancora. Ed è il quarto wsuccesso consecutivo.

La quarta vittoria di fila porta la firma di Touré, Birindelli e Mastinu, questi ultimi due entrati nella ripresa. Gara sofferta ma vittoria da grande squadra ontro un Vicenza ancora fermo a zero punti D'Angelo rispetto all'undici iniziale che ha vinto 4-1 a Terni inserisce solo Hermannsson al posto di Birindelli. Di Carlo deve fare a meno di Diaw, infortunio muscolare, che sceglie di schierarsi a specchio con D'Angelo puntando sul 4-3-1-2. Dopo un tiro di Marsura sugli sviluppi di un calcio d'angloin avvio, bloccato senzaproblemi da Grandi, e qualche spunto del Vicenza la prima grande occasione per il Pisa la costruisce Tourè al 10' che scende sulla destra e serve in area Gucher che calcia troppo debolmente sul portiere. Al 19' corner corto di Gucher per il tiro cross di Beruatto che esce non lontano dai pali della porta di Grandi. I ritmi non sono alti e l'equilibrio viene rotto alla mezzora dal Vicenza che va in gol con un colpo di testa di Proia su cross da sinistra di Bruscagin. Dopo il gol il Vicenza prima rischia di farsi male da solo in area e poi è ancora pericoloso sugli sviluppi di un angolo con Nicolas che respinge con affanno un tiro al volo di Dalmonte. Ma nel finale si rivede il Pisa. Al 42' su corner di Gucher c'è Lucca che svetta di testa e indirizza verso la rete ma Touré respinge anche se la palla stava uscendo. Il centrocampista nerazzurro però dopo un minuto segna il suo primo gol in serie B girando in rete di testa un perfetto cross da destra di Gucher.

Nella ripresa il Pisa ci prova subito con il dinamismo di Touré, fermato in fuorigioco, ma il Vicenza è più aggressivo e costringe i nerazzurri sulla difensiva. D'Angelo toglie Hermannsson e Marsura per Birindelli e Sibilli ma il Vicenza continua a premere e al 16' passa di nuovo con Ranocchia ma dopo un consulto al Var Massa annulla per fuorigioco di Dal Monte. Il Pisa passato lo spavento va di nuovo vicino al gol con Birndelli che costringe Grandi alla deviazione in angolo sulla solita punizione ben calciata da Gucher. Il Vicenza però non molla e al 22' Nicolas è provvidenziale nella respinta di piede su un tiro di Dal Monte deviato da Caracciolo. Si fa male Bruscagin, che esce in barella, ed entra Calderoni. Il Pisa quando accelera,soprattutto dalla parte di Beruatto, crea il panico e per poco il Vicenza sfiora l'autorete. Al 36' proprio su un tiro di Beruatto Grandi respinge centralmente e Birindelli al volo scaraventa in rete facendo esplodere i 600 tifosi nerazzurri. La partita però non è finita e il Vicenza ha subito la chance del pari ma Nicolas si supera su un tiro ravvicinato di Lanzafame, poi Massa vede di nuovo un fuorigioco in area pisana. Il Pisa controlla e cala il tris all'inizio dei cinque minuti di recupero con un gol capolavoro: Sibilli recupera palla per Masucci che al volo crossa per Mastinu che di tacco gira alle spalle di Grandi. Il numero 18 nerazzurro si toglie la maglia e tutti applaudono la sua splendida rete.

Vicenza-Pisa 1-3

Vicenza (4-3-1-2): Grandi; Di Pardo, Pasini, Cappelletti, Bruscagin ( 32' st Calderoni); Pontisso ( 13' st Zonta), Rigoni, Ranocchia; Proia( 32' st Crecco); Meggiorini ( 26' st Lanzafame), Dal Monte ( 26' st Giacomelli). A disposizione: Pizzignacco, Confente, Padella, Brosco, Ierardi,Mancini. Allenatore: Di Carlo.

Pisa (4-3-1-2): Nicolas; Hermannsson ( 14' st Birindelli),Leverbe,Caracciolo, Beruatto; Touré, Marin, De Vitis ( 21' st Nagy); Gucher ( 38' st Mastinu); Lucca ( 38' st Masucci), Marsura ( 14' st Sibilli). A disposizione: Livieri, Dekic, Cohen, Quaini, Di Quinzio, Cisco, Piccinini. Allenatore: D'Angelo.

Arbitro: Massa di Imperia.

Reti: pt 30' Proia, 43' Touré; st 36' Birindelli, 47' Mastinu.

Note. Spettatori 3.372 per un incasso di 42.577 euro. Ammoniti: Bruscagin, Ranocchia, Meggiorini, Di Pardo, Nicolas. Angoli: 3-7. Recupero: 0' e 5'.