Olimpiadi, bronzo per la pisana Martina Batini nel fioretto femminile a squadre

La pisana Martina Batini (foto Bizzi dal sito della Federazione Scherma)

Battuti gli Stati Uniti per 45-23.

PISA. Ottimo risultato per l'Italia nel fioretto femminile a squadre alle Olimpiadi di Tokyo, una medaglia di bronzo conquistata battendo gli Stati Uniti: nel quartetto azzurro, anche la pisana Martina Batini, insieme a Arianna Errigo,  Alice Volpi ed Erica Cipressa. In semifinale l'Italia aveva ceduto alla Francia, mentre nella finale per il 3° posto hanno superato gli Usa con il punteggio di 45-23.

Per l'Italia è la quinta medaglia vinta nella scherma a questi Giochi, dopo gli argenti di Daniele Garozzo (fioretto), Luigi Samele (spada) e della squadra maschile della sciabola e il bronzo nella spada femminile. Le avversarie dell'Italia, gli Usa, erano stati sconfitti in semifinale dal Comitato olimpico russo per 42 a 45. Dopo il bronzo nel fioretto femminile a squadre contro gli Usa, Alice Volpi esordisce così: "E' doveroso un ringraziamento ai ragazzi (del fioretto, ndr): ci hanno fatto tornare il sorriso, caricandoci fino all'ultimo". La pisana spiega il ko con la Francia in semifinale: "Ci siamo fatte rosicchiare piano piano tante stoccate. Chiudere con la Thybus non è facile. C'è dispiacere, ma non rimpianto. Questa medaglia vale tanto". Martina Batini aggiunge amara: "Purtroppo siamo abituate al fatto che un nostro bronzo venga considerato solo un oro perso".  "La più grande sfida di oggi è stata accettare di non essere andate in finale": lo dice Alice Volpi, dopo il bronzo del fioretto a squadra donne, nato da una semifinale in cui le azzurre hanno sprecato un ampio vantaggio sulla Francia, per poi dominare gli Usa nella finalina. "Potevamo vincere l'oro, ma su di noi tutti pensano che un bronzo è un oro perso, ormai ci abbiamo fatto il callo . ha aggiunto Marta Batini - Ma questo non è un bronzo scontato" .