Le mani sul gioiello Lucca: il Pisa “brucia” la concorrenza con un investimento pesante

Lo stato maggiore nerazzurro: da sinistra Claudio Chiellini, Giuseppe Corrado e Giovanni Corrado (Foto Agenzia Fabio Muzzi)

A Palermo non hanno dubbi: accordo totale, presto le firme. Le cifre, i premi e i dettagli dell'ingaggio

PISA. Il Pisa ha messo le mani su Lorenzo Lucca. Uno scatto deciso e, forse, decisivo. Lo hanno operato, negli ultimi giorni, i direttori Giovanni Corrado e Claudio Chiellini ormai sul punto di chiudere un’operazione davvero assai importante. Per il profilo del giocatore, unanimemente considerato il gioiello più prezioso messo in vetrina dall’ultimo campionato di C, ma anche per i costi dell’operazione.

Mentre lo stato maggiore nerazzurro si limita a un commento generico ma almeno tra le righe significativo, «ci stiamo lavorando», da Palermo trapelano anche i termini di un affare pesante: tra i 2 e i 2,1 milioni, infatti, sarebbe il costo del cartellino del giocatore, che arriverebbe a titolo definitivo. Non solo. Al club siciliani sarebbero stati garantiti anche alcuni bonus, ovvero premi legati al raggiungimento di obiettivi personali e di squadra, Con vari step: 10, 12,15, 18 gol. Obiettivi che se raggiunti in toto porterebbero ai rosanero una cifra complessiva di poco superiore ai 3 milioni. Sempre secondo quanto filtra da Palermo per Lucca è pronto un contratto di quattro e cinque anni con ingaggio a scaglioni progressivi.


Un investimento di non poco conto, insomma. Il più importante dall’avvento del patron Alexander Knaster e, soprattutto, un’operazione che racconta di come il Pisa voglia continuare quel percorso di crescita già iniziato da qualche anno (dall’avvento della famiglia Corrado) costruendo non sul niente ma su solide basi. Dopo l’operazione per il centro sportivo e in attesa di quella per lo stadio, così, ecco anche i primi frutti a livello tecnico con operazioni in entrata che riguardano giocatori giovani e in grado di garantire presente e futuro: Lucca, appunto, ma anche Touré, preso a titolo definitivo, e Helmasson, che ha firmato fino al 2025 proprio come l’ex di Juventus e Vitesse.

A rendere ancora più gustoso il piatto, poi, il fatto che proprio il giocatore classe 2000, e il suo procuratore Imborgia, abbiano di fatto scelto Pisa dopo un summit coi dirigenti, preferendola anche alla Serie A perché più consona al percorso di crescita del ragazzo. Non resta che attendere firme e annuncio, dunque. Da Palermo dicono già oggi, con Lucca che sarebbe volato verso Pisa e il Pisa ieri sera (con il volo delle 21 da Punta Raisi) ma è possibile che il cerchio si chiude all’inizio della prossima settimana, entro la metà. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA