Il Monza ora aumenta il pressing per Marin A sinistra è corsa a due

David Biuzzi

PISA. Dal toto-attaccante al toto-terzino il passo è breve. Almeno in questo periodo di mercato in cui si parla tanto, le idee nascono ogni cinque minuti e solo alcune, poi, diventano affari veri e propri.


E comunque non è un mistero che i nerazzurri vogliano fare qualcosa in avanti ma anche aggiungere specialisti della corsia di sinistra in un gruppo che giocatori di piedi mancino ne ha assai pochi. E così insieme alla candidatura di Raffaele Celia, classe 1999 del Sassuolo (ma ultima stagione all’Alessandria), ecco tornare in auge anche quella di Paolo Beruatto, classe 1998 della Juventus ma ultima stagione al Vicenza. I biancorossi non lo hanno riscattato (2 milioni) ma lo vorrebbero ancora con la stessa formula, il Pisa può contare sui buoni uffici del ds Chiellini, che dai bianconeri è appena venuto via, per riuscire ad averlo. I rapporti, però, sono ottimi anche tra i nerazzurri e il Sassuolo. Dunque entrambe le piste sono battibili. La sensazione, però, è che prima debba esserci un’uscita (Lisi?) visto che la batteria dei terzini è ancora ampia.

E a proposito di uscite nelle ultime ore sembra che il Monza sia tornato alla carica per Marius Marin. La linea dei nerazzurri è di non cedere uno dei pezzi pregiati se non di fronte a un’offerta importante, ma i brianzoli hanno il potenziale economico per presentarla. Fra l’altro, in un’ottica più ampia, hanno anche giocatori in uscita che potrebbero interessare al Pisa. Soprattutto gli attaccanti: come Davide Diaw, prelevato a gennaio dal Pordenone e non del tutto convincente in biancorosso, ma anche il danese Christian Gytkjaer e il serbo Mirko Maric. Quest’ultimo pagati tanto la scorsa estate ma progressivamente finiti ai margini del progetto.

Suggestioni, al momento, ma come detto in questo periodo le idee nascono in fretta... —

© RIPRODUZIONE RISERVATA