Pisa, pari-beffa col Venezia ma arriva la salvezza

L'esultanza del giocatore del Pisa, Davide Marsura, dopo il gol del momentaneo 2-0 nella gara dei nerazzurri contro il Venezia (Foto Fabio Muzzi)

Nerazzurri raggiunti nel finale con un rigore contestato dopo essere stati avanti di due reti. Ma la permanenza in serie B è comunque garantita

PISA. Il Pisa si fa rimontare ancora una volta in casa buttando via il doppio vantaggio sul Venezia e si fa raggiungere sul 2-2 al novantesimo dall'ex Forte. Ma con questo risultato il Pisa può dirsi salvo perché all'ultima giornata c''è Pordenone-Cosenza.

Resta il rimpianto per una partita che il Pisa poteva vincere dopo esser passato con Marconi su rigore e Marsura. Il Venezia accorciava con Maleh e pareggiava al 90esimo con un rigore contestatissimo trasformato poi da Forte. Il Pisa con un successo sarebbe andato a meno tre dalla zona playoff.

Al 3' ci prova Vido ma il suo tiro centrale viene bloccato da Maenpaa. Al 9' Birindelli perde palla e favorisce la ripartenza di Esposito che viene fermato da Caracciolo che si becca il primo giallo della giornata. Caracciolo si fa male in questa occasione e dopo qualche minuto è costretto a lasciare il posto a De Vitis. Nel mezzo ai due episodi la prima grande chance per il Pisa: cross da destra di Marsura, Ricci si addormenta e Marin colpisce di testa verso la rete ma è provvidenziale il salvataggio sulla linea di Fiordilino. Al 20' cross di Ricci sul secondo palo dove Crnigoj rimette pericolosamente al centro ma non trova nessun compagno pronto alla deviazione. Il Venezia arriva spesso in condizione di sparare a rete come al 29' quando Forte mette a lato su un passaggio di Cnigoj. Si rivede il Pisa al 31' con un cross di Gucher per la testa di Marsura che mette sul fondo. Più pericoloso il Venezia con la solita azione in velocità con passaggio spalle alla porta di Forte per Dezi che coglie il palo con un gran tiro dalla distanza.

Il Pisa però prepara un finale di tempo perfetto. Al 35' fallo in area di Ricci su Vido, Amabile ci pensa un attimo e poi indica il dischetto. Marconi calcia centrale ma segna nonostante il tentativo di piede di Maenpaa. Per il bomber nerazzurro è la rete numero 13 in campionato. Il Pisa non è fortunato perché si fa male anche Vido, nel pre partita aveva dato forfait anche Palombi, e D'Angelo dopo poco più di 40 minuti è costretto al secondo cambio buttando dentro Sibilli. Il Pisa non si scompone e raddoppia al 43': cross da sinistra di Lisi per Marconi che gira con il tacco e centra il palo, sulla respinta irrompe Marsura che realizza il classico gol dell'ex.

Nella ripresa il Venezia si presenta con Felicioli al posto di Ricci. Proprio il nuovo entrato propizia subito in gol di testa di Forte ma l'assistente di destra segnala il fuorigioco e Amabile annulla. Il Venezia torna a macinare gioco cercando di recuperare il doppio svantaggio e crea pericolo su palla inattiva con Modolo che calcia alto su invito di Esposito. Il Venezia è ancora pericoloso con due tiri dalla bandierina al 61': prima Gori alza il colpo di testa del nuovo entrato Cremonesi, poi Forte mette alto sul solito calcio di Esposito. Il Pisa spezza il ritmo con Marin che impegna Maenpaa a una non difficile parata a terra. Al 69' il Pisa sfiora il tris: gran lancio di Mazzitelli per Marsura che calcia su Maenpaa che si salva di piede. Il Pisa torna a prendere campo e ci prova anche da lontano con Gucher e Lisi ma entrambi non trovano lo specchio.

Il Venezia però la riapre al 77' quando Gori dopo aver respinto un tiro ravvicinato di Forte deve arrendersi al tap in di Maleh. D'Angelo corre ai ripari inserendo Belli e Siega per Lisi e Marsura. Mazzitelli spende un giallo che gli costerà la squalifica a Brescia. A tre dalla fine Sibilli parte in contropiede e serve Marconi che se la porta sul destro ma calcia a lato. A un minuto dal novantesimo Di Mariano sfiora l'incrocio con un missile dalla distanza. Poco dopo Amabile concede il secondo rigore della giornata per un tocco di Siega su cross di Ferrarini. Il Pisa contesta fortemente la decisione. Dal dischetto Forte spiazza Gori e pareggia. Nei quattro minuti di recupero viene espulso Gucher dopo un diverbio con l'allenatore ospite Zanetti.

Tabellino

Pisa-Venezia 2-2

Pisa (4-3-1-2): Gori; Birindelli, Meroni, Caracciolo ( 15' pt De Vitis), Lisi ( 36' st Belli); Marin, Mazzitelli, Gucher ; Vido ( 41' pt Sibilli), Marconi, Marsura( 36' st Siega). A disposizione: Perilli, Loria, Pisano, Mastinu, Quaini, Masetti, Beghetto. Allenatore: D'Angelo.

Venezia (4-3-3): Maenpaa; Ferrarini, Modolo ( 13' st Cremonesi), Ceccaroni, Ricci ( 1' st Felicioli); Crnigoj ( 21' st Maleh), Fiordilino, Dezi ( 13' st Di Mariano); Johnsen, Forte, Esposito ( 28' st Bocalon). A disposizione: Pomini; Mazzocchi, Molinaro, Svoboda, Taugourdeau, Bjarkason, Rossi. Alleenatore: Zanetti.

Arbitro: Amabile di Vicenza.

Reti: pt 37' Marconi su rigore, 42' Marsura; st 32' Maleh, 46' Meroni.

Note: espulso Gucher al 48' st per comportamento non regolamentare. ammoniti: Caracciolo, De Vitis, Crnigoj, Sibilli, Mazzitelli, Ferrarini. Angoli: 2-6. Recupero: 3' e 4'. Andrea Chiavacci