Pisa, squalificato e multato il tecnico D'Angelo

Il tecnico nerazzurro Luca D'Angelo

Due turni e duemila euro di sanzione all'allenatore, ima anche nibizione e ammenda da cinquemila euro per Giovanni Corrado, dopo la contestata sconfitta col Lecce

PISA.  Strascico al veleno per la già contestata Pisa-Lecce. Dopo le discutibili decisioni dell'arbitro Livio Marinelli di Tivoli, infatti, ecco la mano pesante del giudice sportivo di Serie B, Emilio Battaglia.

Che ha punito il tecnico D'Angelo e non solo. Al tecnico è stata inflitta una squalifica per due giornate e un'ammenda di duemila euro "per avere - recita il bollettino - al 31'° del primo tempo, alla notifica del provvedimento di ammonizione (quinta sanzione), rivolto agli Ufficiali di gara un'espressione irriguardosa". Il cartellino giallo era arrivato per le proteste dopo il calcio di rigore non concesso a Palombi.

Tra i dirigenti, inoltre, è scattata l'inibizione a svolgere attività in senso alla Figc e a ricoprire cariche federali fino al prossimo 20 aprile, più un'ammenda di cinquimila euro, a Giovanni Corrado. "per avere, al termine del primo tempo, negli spogliatoi, con atteggiamento intimidatorio rivolto all'arbitro, con tono alterato, una critica irrispettosa; per avere, inoltre, al termine della gara, reiterando nella sua protesta, assunto un atteggiamento provocatorio"..