Pisa, per Marsura e Gori manca solo l’annuncio

Voci su D’Elia del Frosinone, alternativa allo spezzino Dell’Orco. Ma si seguono anche una mezzala e un difensore centrale

PISA. Manca solo l’ufficialità per i primi due colpi in entrata nel mercato invernale del Pisa. Siamo ormai ai dettagli per il ritorno in prestito per sei mesi del portiere Stefano Gori dalla Juventus e - ancora prima - dall’arrivo a titolo definitivo dell’attaccante Davide Marsura dopo essersi svincolato dal Livorno. Un vero colpo last minute dovuto anche all’infortunio di Masucci che si è operato ieri sera al menisco. Sui tempi di recupero ne sapremo di più nei prossimi giorni. Il ritorno di Gori potrebbe coincidere con alcune scelte importanti. Intanto l’altro portiere Matteo Kucich potrebbe andare in prestito in Lega Pro, ma il Pisa a questo punto dovrà decidere come gestire il ruolo di Perilli e Loria. Il primo sta convincendo anche gli scettici dopo un periodo difficile ma è in scadenza di contratto e con il ritorno di Gori potrebbe trovare meno spazio. La società e D’Angelo gli hanno mostrato fiducia. Sulla carta Loria è il portiere del futuro, il suo arrivo è rientrato proprio nell’accordo che ha portato Gori alla Juventus e ha un contratto fino al 2024. Finora ha giocato solo in amichevole e in Coppa Italia, parando un rigore alla Juve Stabia, e in autunno è rimasto fermo un mese a causa della positività, da asintomatico, al Covid. Adesso il Pisa deve scegliere se farlo crescere in casa o mandarlo a giocare in prestito per sei mesi. Senza dimenticare che sotto contratto ci sono anche Livieri e Dekic, ora in Lega Pro rispettivamente con Pro Sesto e Casertana.

Da Frosinone intanto danno come possibile l’arrivo a Pisa del mancino Salvatore D’Elia, 31 anni, dopo che i ciociari hanno preso Vitale dal Verona e sulla fascia sinistra c’è da vincere anche la concorrenza di Beghetto. D’Elia un anno fa ha firmato un contratto che lo lega al Frosinone fino al 2023, ma di fronte a una buona offerta potrebbe partire. Nel finale della passata stagione ha giocato spesso titolare, compreso il famoso 1-1 con il Pisa, e poi ha saltato i playoff per qualche problema fisico che ha condizionato anche la nuova annata. Era anche tra i 14 giocatori per i quali il Frosinone ha giocato il jolly chiedendo il rinvio della sfida con il Pisa, che potrebbe esser recuperata entro fine mese. D’Elia, che si è ristabilito ed è pronto a tornare in campo, può fare l’esterno sinistro sia in difesa che a centrocampo come Cristian Dell’Orco, altro possibile obiettivo dei nerazzurri sulla fascia sinistra.


Ma il Pisa sta seguendo anche altre due piste. Una che porta a una mezzala e l’altra a un difensore centrale. Chi sicuramente non verrà è il lucchese Paolo Bartolomei, ex Pontedera, che lo Spezia ha ceduto ieri alla Cremonese. In uscita il grosso è già stato fatto in estate e al momento c’è l’intenzione di blindare i gioielli della squadra.

Anche il Brescia, avversario dei nerazzurri sabato prossimo, si sta muovendo sul mercato. Dopo la cessione di Torregrossa alla Sampdoria anche il terzino destro Sabelli sembra a un passo dai saluti. Al suo posto potrebbe arrivare a breve Fran Karacic dalla Lokomotive Zagabria per un milione di euro. Inoltre il Brescia sembra sempre più interessato all’attaccante greco Argyris Kampetsis, che secondo Tuttomercatoweb era stato sondato anche dal Pisa. Ma dopo l’arrivo di Marsura l’attacco è al completo. —

Andrea Chiavacci

© RIPRODUZIONE RISERVATA