Pisa, tanta voglia di tornare in campo e Marin festeggia la qualificazione

Emergenza in difesa per i nerazzurri e in attacco per la Reggina (che può schierare Menez e German Denis)

PISA

Come ha scritto capitan Robert Gucher su Facebook c’è grande voglia di tornare in campo. E soprattutto voglia di vincere la prima partita in campionato. Allo stadio Granillo, domenica alle 21, il Pisa torna in campo dopo 22 giorni e affronterà una Reggina con 7 punti, tre in più dei nerazzurri, che non vince dalla seconda di campionato. Pisa comunque con una partita in meno, quella che sarà recuperata l’8 dicembre con l’Ascoli all’Arena.


MARIN CON IL MORALE ALTO

Il Pisa arriva alla trasferta di Reggio Calabria senza Varnier, a breve si conoscerà l’entità dell’infortunio, lo squalificato Pisano e il giovane Masetti che è in quarantena dopo la positività al Coronavirus. D’Angelo a Reggio ritrova il portiere Loria, ma dovrebbe giocare Perilli, e oggi a San Piero a Grado ritroverà Marius Marin di ritorno dagli impegni con la Romania Under 21. Per Marin una vera maratona, visto che domani la squadra partirà per Reggio con un volo charter. Ma il centrocampista nerazzurro è carico per aver raggiunto la qualificazione agli europei di categoria che si svolgeranno il prossimo marzo dopo l’1-1 contro la Danimarca. Buone notizie anche per Vido. Il suo gol con la Cremonese è stato premiato dalla Lega B come il più bello del mese di ottobre. Grazie ai voti dei tifosi sui social.

REGGINA CON L’ATTACCO IN EMERGENZA

Dopo i due casi di positività all’interno dello staff della Reggina, i risultati dei test molecolari sui calciatori hanno dato esito negativo. La squadra amaranto è in difficoltà soprattutto in attacco. Charpentier si è infortunato, ne avrà per molto, e Rivas difficilmente sarà della partita. Senza contare che Lafferty, fin qui poco impiegato, è reduce dai viaggi con la Nazionale dell’Irlanda del Nord ed è out anche lo svedese Nikola Vasic.

Per Toscano scelta obbligata, ma non certo di secondo piano. L’attacco sarà composto da German Denis, finora a secco ma autore di 12 reti nella passata stagione, e da Jeremy Menez, due gol fin qui. Una coppia da serie A. Il francese poi, al rientro dopo il turno di squalifica, ha una gran voglia riscattare l’espulsione con la Spal e prendere per mano la Reggina. Finora l’attacco ha un po’ deluso, negli ultimi due turni la squadra è rimasta a secco, segnando in totale otto gol. Due meno del Pisa. Il capocannoniere è l’ex nerazzurro Daniele Liotti che di professione fa l’esterno sinistro. Per i suoi tre gol Liotti deve ringraziare Menez che lo ha sempre mandato in rete. Sulla linea di centrocampo ci sono elementi di buon livello come Crisetig, Delprato e l’ex Foggia e Perugia Di Chiara che però devono ancora trovare la condizione migliore. In difesa si sta imponendo il difensore centrale Loiacono anche se la squadra ha già subito 9 gol, comunque 6 in meno del Pisa. Tra i centrali ballottaggio tra Gasparetto e Cionek. In porta Guarna è favorito su Plizzari, rientrato dopo la positività al Covid-19. Nel 3-4-1-2 di Toscano occhio al trequartista Bellomo, in passato accostato al Pisa. —



La guida allo shopping del Gruppo Gedi