Gori uomo mercato: anche il Cagliari ora vorrebbe il portiere nerazzurro

Il Pisa intanto si sarebbe già assicurato il “sì” dei due difensori Ramzi Aya, ex Catania, e Francesco Belli dell’Entella



Aiuto, vogliono rubarci il portiere. Non proprio rubare per la verità: sarebbero disposti a pagarlo e anche bene.


Stefano Gori, classe 1996, 37 presenze fra stagione regolare e playoff (anche l’anno scorso fece il pieno, nelle file del Pro Piacenza), in questo momento è uno dei portieri più apprezzati d’Italia e potrebbe fare il doppio salto. Dopo il Torino, che lo segue da tempo, anche il Cagliari si è messo sulle sue tracce, rivelano transfermarkt.it e tuttopisa.it. Il portiere bresciano, che all’inizio del campionato aveva un valore di mercato di 175mila euro (ma il Pisa lo prese gratis perché si era svincolato dal Bari retrocesso nei dilettanti), oggi varrebbe, secondo gli operatori di mercato, oltre un milione, più o meno quanto lo pagò il Milan al Brescia nel gennaio 2014.

Come finirà? La domanda è secca ma la risposta non è semplice. Un anno fa Corrado e Gemmi cedettero il giovanissimo portiere Campani al Sassuolo per un milione (in Emilia andarono anche il difensore Bechini e l’attaccante Giani, che potrebbe anche tornare al Pisa in prestito per la nuova Primavera), chissà che quest’anno non venga effettuata una nuova operazione del genere.

Ma con due distinguo. Il primo è che la cifra alla quale eventualmente trattare sarebbe più alta, il secondo è che su Gori i nerazzurri punterebbero molto, ritenendolo assolutamente competitivo anche per il campionato cadetto. Per avere un metro di paragone, provate a scambiarlo di maglia con gli altri portieri incontrati quest’anno, anche nei playoff. E il Pisa in serie B non vuole fare la comparsa.

Non c’è solo Gori a far gola a diversi club di serie A e B: fra i giovani, anche Birindelli, Izzillo e Meroni hanno diversi estimatori, a giudicare anche dagli osservatori che abbiamo visto (e “intercettato”) più volte quest’anno all’Arena.

Tutta l’alta società della C invece vorrebbe Michele Marconi e comprendiamo perfettamente l’infatuazione: se voi nella prossima stagione voleste tentare la scalata alla B, quale attaccante comprereste? Il problema (non per il Pisa, ovviamente) è che il falco di Follonica in questo momento è... titolarissimo in serie cadetta, e chi l’anno scorso lo ha accolto storcendo il naso perché era «l’unico attaccante dell’Alessandria che non segna» ora sta facendo una grossa operazione di pulizia sulle proprie bacheche social.

La squadra intanto ha svuotato gli armadietti a San Piero e all’Arena: molti dei nerazzurri si ritroveranno il 25 a Ibiza ma in modo informale. E a luglio, a Storo, accoglieranno qualche nuovo compagno. Per i primi due a quanto pare sarebbe già fatta: uno è il difensore centrale Ramzi Aya, classe 1990, che il Pisa avrebbe già comprato a gennaio se non fosse arrivato a Benedetti, l’altro è il terzino destro della Virtus Entella Francesco Belli, classe 1994. Entrambi potrebbero essere annunciati appena aprirà il mercato. —

La guida allo shopping del Gruppo Gedi