Sport e turismo: un binomio che vince

Il convegno all’hotel Galilei sulle potenzialità del territorio e i suoi problemi

PISA. Sport e turismo, un binomio che porta risultati positivi ma che offre ulteriori margini di crescita e di possibilità da sfruttare sul nostro territorio. E' stato questo il tema centrale del convegno tenutosi all'hotel Galilei coordinato da Roberto Righetti, con la presenza dell'assessore regionale alle attività produttive e del turismo Stefano Ciuoffo.

Salvatore Sanzo ha illustrato brevemente il percorso dei primi due mesi di Pisa città europea dello sport che sta cercando di integrare al turismo quelle attività sportiva considerate di nicchia: «In termini numerici abbiamo avuto oltre 2500 presenze. Alla Navicelli rowing 1060 iscritti, al campionato nazionale di Hockey indoor 700 e un buon successo anche per il Beach tennis con 260 partecipanti. Possiamo e dobbiamo implementare il turismo verso gli sport paraolimpici».

Sanzo chiama un po' a raccolta tutte le realtà presenti al convegno e parla anche delle cose che non vanno: «Dobbiamo lavorare insieme e fare sistema. Dal 2017 si dovranno trovare quelle risorse per il palazzetto dello sport e quegli impianti che presentano grosse criticità».

Sandro Tortelli del centro studi turistici illustra le varie forme del turismo sportivo: «Si tratta di un fenomeno molto complesso che non ha rilevazioni ufficiali. La Omt ci dice che i viaggi per lo sport rappresentano il turismo nel futuro. In Toscana il ciclismo rappresenta un brand di livello mondiale. In Italia il 18% delle persone che viaggiano lo fanno grazie allo sport».

Anche i dati di Alberto Peruzzini di Toscana Promozioni sono positivi ma meritano alcune riflessioni:«La Toscana prima destinazione in Europa di chi fa turismo in bicicletta. Bene anche le maratone, l’urban trail e il golf. il turismo sportivo ha garantito una crescita e una capacità di spesa medio alta con una buona ricaduta sul territorio. Dobbiamo però sfruttare maggiormente non solo quello che ci offre il nostro paesaggio ma anche la cultura, l'arte, la gastronomia, lo shopping ,e l'idea di lusso accessibile».

La segretaria generale della camera di commercio Cristina Martelli ha dato un contributo con una relazione in cui chiede di creare una Pisa sport commission per una migliore promozione e gestione degli eventi. Tra i tanti interventi quello della presidente di Confcommercio Federica Grassini non è d'accordo su alcuni dati e mette in evidenza aspetti da migliorare come quello della burocrazia e delle tasse che non consentono di poter fare investimenti importanti. Le conclusioni dell'assessore Ciuoffo mettono in evidenza come serve migliorare le strutture già esistenti con una migliore manutenzione piuttosto che costruire impianti nuovi.

Andrea Chiavacci