Sport per tutti, torna “Pallavolando”

L’edizione numero 17 a San Rossore a cura degli Ospedalieri

Si svolgerà il prossimo 25 maggio, nel parco di San Rossore, in località Cascine Nuove, la 17° edizione di “Pallavolando”, la manifestazione nazionale di minivolley organizzata dalla Pallavolo Ospedalieri di Pisa in collaborazione con l'assessorato allo sport del Comune di Pisa, l'Acsi di Pisa, la Fipav e il Circolo ricreativo dipendenti San Rossore. Unica nel panorama pallavolistico di Pisa e provincia, l'iniziativa si pone come importante momento ricreativo-sportivo per tutti i bambini che si sono avvicinati alla pratica della pallavolo. «Un evento unico per il nostro territorio – spiega il presidente dell'Ospedalieri Cesare Di Cesare -, che coinvolge tantissimi bambini. Ogni anno accoglie una media di circa 350 mini-atleti. Per questa edizione ci aspettiamo circa 500 partecipanti, che si sfideranno su 22 campi da gioco». La manifestazione, che si svolgerà dalle 9 alle 17.30, prevede anche due gironi di pallavolo: uno dedicato ai genitori e agli accompagnatori (Open) e l'altro (Young) ai ragazzi dai 13 ai 18 anni.

Pallavolando ospiterà anche le finali del 4° trofeo provinciale Fipav di minivolley e la tappa del campionato federale di pallavolo under 12 maschile. «

Pallavolando è anche il culmine – sottolinea Alessandro Del Seppia della Fipav di Pisa – di un percorso iniziato a gennaio con le prime tappe di minivolley».

L'evento, quest'anno dedicato ad Alessandra Palla, l'atleta della Pallavolo Ospedalieri scomparsa alcune settimane fa in un tragico incidente stradale, non è solo gioco e sport, ma anche impegno sociale. La manifestazione è inserita nel progetto biennale “Sport modello di vita”, promosso dall'Agenzia nazionale per i giovani (Ang) con l'obiettivo di trasmettere i valori dello sport come modello di vita a ragazzi tra i 10 e i 18 anni, e sostiene la Fondazione “Il cuore si scioglie”, onlus nata nel 2010 per favorire l'adozione e l'affidamento a distanza dei bambini di molte realtà povere del Sud del mondo. Alla Fondazione sarà devoluto 1 euro per ogni iscritto. Durante la manifestazione sarà attiva anche una raccolta fondi per sostenere l'Associazione italiana sclerosi multipla, alla quale è iscritta la famiglia di Alessandra Palla: per ogni cestino-pranzo venduto, 1 euro verrà destinato alla ricerca. «Lo scopo dell'iniziativa è soprattutto di carattere sociale - aggiunge Luca Malucchi, presidente del comitato provinciale dell'Acsi di Pisa -. Pallavolando privilegia soprattutto l'unione e l'aggregazione». «La passione e la costanza dell'Ospedalieri, che da 17 anni porta avanti questa iniziativa, è un esempio da seguire – conclude Salvatore Sanzo, assessore comunale allo sport – perché dimostra che lo sport non è solo competizione, ma soprattutto unione e socialità».