Contenuto riservato agli abbonati

Pisa: una ruota panoramica allo scambiatore, al via l’installazione per oltre un mese

Il Comune: sarà alta 20 metri, è attrezzata con due cabine dedicate ai disabili. I provvedimenti della Municipale per la sosta

PISA. Stavolta la ruota panoramica sarà installata. La collocazione è sempre nel parcheggio scambiatore di via Pietrasantina. Da oggi le operazioni di montaggio. Lo stabilisce un’ordinanza firmata dal comandante della polizia municipale, in base alla richiesta della Società Mondo Piccino Srls. Nell’atto viene specificato che nell’area i provvedimenti su viabilità e sosta resteranno in vigore sino al 23 giugno.

Questo riporta alla memoria le roventi polemiche di cinque anni fa quando la giunta comunale approvò questo tipo di installazione, ma poi venne costretta a tornare sui suoi passi dopo un dibattito accesissimo e che coinvolse anche paesaggisti di fama nazionale, docenti e le varie anime della città. «Un’idea disneyana», l’espressione più ricorrente, all’epoca, per motivare la bocciatura e far emergere il contrasto con la sacralità della Torre pendente e degli altri monumenti di Piazza dei Miracoli, oltre alla prossimità del cimitero.


In questo caso si tratta di una ruota panoramica attrezzata con due cabine dedicate ai disabili, «in occasione della giornata della disabilità», si legge nell’ordinanza.

«La ruota ha un’altezza massima di 20 metri», sottolineano da Palazzo Gambacorti, sede del Comune. E nell’occasione non c’è stata opposizione da parte della Sovrintendenza.

Cinque anni fa la giunta comunale (allora di centrosinistra) lanciò la proposta pensando a una ruota alta fino a 50 metri. Un’attrazione tipo Prater. «In molte città in cui è stata installata una ruota panoramica si è potuto percepire un incremento di interesse, sia da parte dei residenti che da parte dei turisti, tanto da determinare positive ricadute in termini di valorizzazione dell’area dove era insediata e di percezione di nuove possibilità di svago offerte dal sistema turistico della città», si leggeva a proposito delle motivazioni e degli obiettivi nella delibera della giunta.

La scelta dell’area di via Pietrasantina derivava dal fatto che, nel pre-Covid, accoglieva ogni anno 50mila bus turistici corrispondenti a oltre 2 milioni di persone. Tanto che nell’atto approvato si specificava: «Nel comune di Pisa l’area destinata a parcheggio scambiatore, posta in via Pietrasantina, stante le dimensioni della stessa e la sua prossimità rispetto ai uno dei luoghi monumentali più rappresentativi della nostra città a livello culturale e turistico, come Piazza dei Miracoli, ben si presta ad accogliere una simile attrazione». Quell’ipotesi progettuale, per la quale era stato anche ottenuto il nulla-osta della Sovrintendenza, avrebbe dovuto avere una durata di tre mesi, in via sperimentale.

L’ordinanza della Municipale dispone da oggi, 13 maggio, al 23 giugno nel parcheggio scambiatore di via Pietrasantina l’istituzione del divieto di sosta con rimozione coatta (00.00-24.00), divieto di transito su tutta l’area con obbligo per i richiedenti di perimetrare, soppressione degli stalli di sosta dei bus.

© RIPRODUZIONE RISERVATA