In netto aumento le multe alle auto ma anche gli arresti per spaccio

Bilancio dell’attività della Polizia municipale nel 2021: il totale delle sanzioni (codice della strada) sfiora gli 8 milioni di euro

PISA. Nel 2021 le persone arrestate, soprattutto per reati legati a spaccio di stupefacenti, sono passate da 5 nel 2020 a 39, con un incremento del +680%, 35 sono state le operazioni antidroga con un incremento del +40%; 1.930 i grammi di droga sequestrata (40 grammi nel 2020), sequestrati 46mila euro quali proventi di spaccio (250 euro nel 2020). Aumentate nell’anno appena trascorso anche le violazioni al codice della strada, con un incremento dell’11% rispetto al 2020; 1.283 sono stati gli incidenti avvenuti in città e sul litorale, di cui undici, purtroppo, con esito mortale.

Sono questi alcuni dei principali dati resi noti in occasione della festa di San Sebastiano, patrono della Polizia municipale, che si è tenuta in Sala delle Baleari, con la consegna degli encomi agli agenti.


Alla presentazione del bilancio delle attività dell’anno appena trascorso, a cura del comandante della Polizia municipale di Pisa, Alberto Messerini, erano presenti il sindaco Michele Conti e l’assessora alla sicurezza Giovanna Bonanno.

Il Corpo di Polizia municipale cittadino è composto da 140 vigili, compresi i 26 neoassunti nello scorso dicembre, ai quali si aggiungeranno, nel corso del 2022, altri 6 agenti e 2 ispettori.

Il resoconto dell’attività annuale, che tradizionalmente viene presentato in occasione della festa di San Sebastiano, ha indubbiamente risentito della situazione legata all’emergenza sanitaria nazionale. Pur in presenza del virus, che ha colpito anche il personale del Comando, i numeri della Municipale pisana si sono mantenuti costanti e, in alcuni ambiti di attività, sono aumentati.

Codice della strada

Il numero delle violazioni rilevate sia dagli agenti che dagli ausiliari del traffico è aumentato dell’11%, passando da 105.747 del 2020 a 117.172 del 2021, per un importo totale di 7.935.888,71 euro. I punti patente detratti a seguito di infrazioni sono passati da 3.282 a 5.017 (+53%).

La maggiore mobilità privata che ha contrassegnato il 2021 rispetto all’anno precedente (quando gli spostamenti per lunghi periodi erano stati vietati dai decreti del governo per contrastare la diffusione del virus) giustifica l’incremento dei numeri, anche se sono ancora distanti le cifre degli anni pre-pandemici. Tra le violazioni più frequenti, quelle relative alla sosta irregolare in Zsc (19.204), agli accessi non autorizzati in Ztl (67.429), ai divieti di sosta (17.061), all’eccesso di velocità (218), alle mancate precedenze (258). 17 sono le violazioni contestate per mancato uso del casco e 37 per l’uso del telefonino durante la guida. 184 sono stati i veicoli sequestrati per mancanza di assicurazione obbligatoria e 91 i veicoli sorpresi senza aver fatto la revisione periodica.

Contro le violazioni contestate dagli agenti ci sono stati 402 ricorsi al prefetto (1059 nel 2020) e 115 al giudice di pace (280 nel 2020), mentre le udienze presenziate per difendere il Comune di Pisa sono state 283.

Altre sanzioni

Accanto alle sanzioni per la circolazione stradale, la Polizia municipale ha contestato 595 violazioni alle ordinanze ed ai regolamenti del Comune, tra cui 11 violazioni alle ordinanze del sindaco che limitano la vendita di alcool, 141 violazioni alle ordinanze a tutela del decoro urbano con conseguenti 52 Daspo (erano stati 43 nel 2020, +21%), mentre 133 sono state le infrazioni alle normative nazionali e regionali anti Covid (131 nel 2020).

Incidenti

Le pattuglie hanno rilevato 1.283 sinistri avvenuti in città e sul litorale, di cui 11 con esito mortale, 704 con feriti, 579 solo con danni ai veicoli. Via Giovanni Pisano, via Aurelia, via Luzzato, via Nenni, via Valgimigli, viale del Tirreno, le strade dove si sono registrati il maggior numero di incidenti. La Polizia municipale di Pisa interviene sugli incidenti dalle 7 alle una e nei fine settimana durante tutte le 24 ore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA