Baccanella, Ripafratta e contenzioso Asbuc: ecco i primi cento giorni di Angori

Vecchiano, i principali temi sui quali sta lavorando il Comune in questa prima fase della seconda legislatura

VECCHIANO. Da poco passati i primi 100 giorni della seconda legislatura del sindaco Massimiliano Angori, il primo cittadino fa un primo punto su quanto fatto in questi primi tre mesi, e poco più, del suo secondo mandato.

Infrastrutture


«Innanzitutto le infrastrutture: con un grande lavoro preparatorio da parte dei Comuni di Vecchiano e San Giuliano Terme, che ha preceduto la partenza effettiva degli interventi, sono entrati nel vivo i lavori a cura della Provincia di Pisa per quanto concerne la realizzazione della rotatoria della Baccanella, che è stata aperta alla circolazione viaria lo scorso 5 novembre. Adesso la Provincia di Pisa sta ancora lavorando alle rifiniture, tra cui il completamento dei passaggi ciclopedonali e altre opere accessoria, in fase di ultimazione definitiva. Ricordo che si tratta di un’opera del valore di oltre 700mila euro, attesa da tempo dalle due comunità, e che ha consentito di mettere in sicurezza la pericolosa intersezione viaria. Sulla scorta di questa esperienza, un altro risultato significativo è l’acquisizione, sempre da parte della Provincia di Pisa, del ponte di Ripafratta. Nella seduta del consiglio provinciale dello scorso 20 ottobre, infatti, è stata approvata all’unanimità proprio l’acquisizione della infrastruttura da parte della Provincia di Pisa, in seno al provvedimento che classifica la via di Ripafratta come strada provinciale. Adesso siamo in attesa del Decreto di classificazione da parte della Regione Toscana, che suggellerà definitivamente questa procedura amministrativa. Un passaggio storico, oserei dire, per un ponte e una porzione di viabilità che sono strategiche, non solo per le comunità di Vecchiano e San Giuliano Terme, ma anche perché al confine con la Provincia di Lucca – aggiunge Angori – Un passaggio decisivo, dunque, per la definizione di un ente responsabile per il ponte di Ripafratta, per il quale, peraltro, abbiamo fatto molto in questi anni, come enti comunali, a cominciare dal monitoraggio realizzato attraverso il lavoro il dipartimento di Ingegneria civile e industriale dell’Università di Pisa, elemento che ha permesso di far rimanere aperto il ponte, anche se ad una sola corsia di percorrenza. Ringrazio gli organi consiliari di San Giuliano Terme e Vecchiano per aver proseguito il percorso in maniera congiunta, rendendo di fatto possibile l’acquisizione da parte della Provincia di Pisa: quando le istituzioni lavorano insieme si ottengono sempre risultati concreti a beneficio della comunità. Nel bilancio provinciale 2022 sono già state stanziate le risorse per 1.200.000 euro per la progettazione della manutenzione al ponte, oltre alle altre opere presenti lungo la strada. Abbiamo dunque dato corso al nostro programma elettorale, lavorando in questo senso sulla sicurezza, la S che avevamo definito quella che fa la differenza».

Sociale, scuola e sanità

«Accanto a ciò, abbiamo già impostato il lavoro sulle tre S del nostro programma elettorale: sociale, scuola e sanità – prosegue Angori – dando corso già a svariati interventi concreti. Per quanto riguarda le politiche sociali, infatti, in questi primi tre mesi abbiamo già lavorato assiduamente al supporto della popolazione: abbiamo replicato l’iniziativa del Natale 2020, anche per il Natale 2021, destinando i soldi che sarebbero stati normalmente impiegati per le luminarie natalizie alla costituzione di un fondo di solidarietà per una nuova tranche di buoni spesa alimentari da destinare alle famiglie in difficoltà, ancora messe a dura prova dell’emergenza sanitaria in corso. Di questi ultimi giorni è inoltre la costituzione del servizio “Pronto Covid”, destinato a supportare i malati di Covid19 in isolamento domiciliare. Così come, durante le prime settimane del nostro insediamento, abbiamo messo a punto un nuovo avviso pubblico con scadenza dicembre 2021 per il sostegno alle associazioni e società sportive del territorio, che hanno subito perdite a causa dell’emergenza sanitaria, destinando loro ulteriori 6.000 euro che si sono andati aggiungere ai 15mila già distribuiti attraverso il precedente bando di settembre 2021». «Sul fronte della cultura, abbiamo inoltre riaperto le porte del Teatro Olimpia, nel mese di dicembre 2021– ricorda Angori – quando ancora l’emergenza sanitaria non aveva conosciuto l’attuale recrudescenza, realizzando una breve rassegna natalizia, con spettacoli gratuiti e in sicurezza, per i nostri cittadini, che hanno così potuto riassaporare la bellezza dell’arte scenica, in attesa di poterne tornare a godere appieno, quando questo complicato periodo sarà finito». Più nel dettaglio sul fronte delle scelte messe in campo per la scuola il sindaco rivendica il rafforzamento dei rapporti «con la nostra istituzione scolastica, sia per la gestione congiunta e fattiva di questa fase della pandemia, sia per la messa a punto di progetti ad hoc a disposizione dei nostri alunni e alunne, a partire da quelli di educazione civica realizzati attraverso la nostra polizia municipale, fino ad arrivare all’elaborazione di ulteriori percorsi che vedranno i nostri studenti protagonisti. Buone novità anche sul fronte sanità, come anticipato anche dal presidente del consiglio regionale Antonio Mazzeo, infatti, i fondi del Pnrr ci consentiranno di vedere realizzata una Casa della Salute anche a Vecchiano».

Cantieri e progetti

Angori mette in fila, poi, una serie di interventi – ultimati o in corso – che lo hanno visto impegnato in questa fase iniziale del mandato: la nuova attrezzatura per lo sport all’aria aperta ultimata da poco nel giardino della scuola Leopardi, del valore complessivo di oltre 33mila «che andremo presto ad inaugurare con una piccola cerimonia a celebrazione delle discipline sportive». «Proseguono anche le lavorazioni per la ristrutturazione del Palazzo Tabucchi – aggiunge – futuro polo culturale al centro del nostro borgo; e infine vanno avanti i lavori al parcheggio in località San Frediano. L'opera che sarà qui realizzata avrà un valore complessivo pari a 67.662 euro, e il parcheggio, una volta ultimato, metterà a disposizione dei cittadini 23 nuovi stalli, tra cui anche posti destinati a furgoni e camper, oltre a posti auto riservati a persone disabili». «Infine stiamo lavorando – conclude il primo cittadino – a una risoluzione del contenzioso con Asbuc di Vecchiano, Nodica, Avane e Filettole, in reciproco ascolto attivo con il Comitato e con i suoi organi, in modo di poter arrivare ad una soluzione condivisa della vicenda».

© RIPRODUZIONE RISERVATA