Contenuto riservato agli abbonati

Luce, la cucciola non vedente salvata da una pisana

Dall'appello lanciato sui social al lieto fine di una vicenda nata in Sicilia

PISA. Potere dei social, e Luce, scusate il gioco di parole, ha potuto incontrare la sua luce nella nostra città. Parliamo di un cane cieco, per l’esattezza di una cucciola di grossa taglia di appena otto mesi, abbandonata in Sicilia proprio perché non vedente, che nella nostra città, grazie alla sensibilità di chi ha voluto far conoscere la sua storia attraverso la Rete, è riuscita a incontrare la sua “mamma umana”.

Si tratta di una donna speciale che ha deciso di prendersi cura di questa montagna di pelo: Luce è un incrocio di pastore maremmano, dal mantello bianco con due occhi che non possono vedere ma che sono in grado di regalare amore, tanto amore.


«Il cane è nato così, senza vista – racconta chi l'ha trovata – e per questo scartata dai suoi precedenti proprietari, finendo in un canile».

Ma la sua storia non poteva concludersi in un box per tutta la vita, senza provare a darle una seconda possibilità. E così degli angeli custodi hanno preso a cuore la sorte di questo cucciolo e grazie alle generosità di una staffetta, Luce è arrivata fino a Livorno, dove nei giorni scorsi ha potuto incontrare per la prima volta la sua nuova padrone, una signora di Pisa che ha saputo guardare oltre l'handicap e aprire il suo cuore a un cucciolo già provato dalla vita.

A raccontare la storia di Luce è Simona Franchi, una volontaria che da sempre dedica buona parte del suo tempo libero ai diritti e alle cure di chi non ha voce. Simona è ideatrice della pagina Facebook “Pisa e provincia – Animali persi e ritrovati”, la finestra virtuale dalla quale è partito l'appello per trovare una casa alla piccola Luce.

«Per fortuna – racconta Simona – il miracolo si è compiuto e questo cane buonissimo e molto giovane ha potuto incontrare sulla sua strada una “mamma” che non ha esitato a prendersi cura di lei. Adottare un cane non vedente non è semplice. Bisogna avere molta pazienza, ma soprattutto aiutare l’animale in un percorso di riabilitazione, e Luce, molto intelligente, lo sta già facendo. Nei giorni scorsi aveva già imparato da sola a scendere le scale della sua nuova casa. Una storia che ci riempie di gioia e allo stesso tempo ci dà speranza che ancora alcuni miracoli si possono avverare».

Per questo Simona Franchi si sente di lanciare un appello per un altro cagnolino bisognoso di cure, trovato con la gola squarciata. «Sicuramente qualcuno ha tentato di sbarazzarsi di lui – denuncia Simona – ma grazie a persone di cuore che l’hanno soccorso e curato adesso sta bene. La bestiolina è un incrocio di piccola taglia, e ora ospite di una struttura protetta, pronta a incontrare una nuova famiglia che voglia regalarle tanto amore».

Anche questo annuncio si trova sulla pagina Facebook gestita da Simona.